TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Detto Fatto, programma insipido. Il factual è inadatto alla tv generalista

La “rinascita” di Rai2 doveva passare per The Voice, TuttoDante e Detto Fatto, il nuovo programma di Caterina Balivo


The Voice è arrivato ad ascolti degni di questo format e dei suoi costi, solo alla terza puntata quando ha sfondato il muro del 15% di share (leggi qui>>). TuttoDante di Roberto Benigni, nelle ultime due puntate, è crollato ad un misero 4% (le stime più rosee prevedevano addirittura il 15%).

E poi c’è Detto Fatto, il programma che segna il ritorno in televisione di Caterina Balivo. La trasmissione va in onda nella fascia pomeridiana, dalle ore 14. Quella fascia, un tempo presidiata dalle varie edizioni dell’Italia sul 2, era in passato piuttosto forte e si arrivava anche a sfiorare il 10% di share. Lo scorso autunno, con l’arrivo di Lorena Bianchetti e del suo Parliamone in famiglia, gli ascolti della fascia oraria erano crollati al 4/5% e la trasmissione era stata cancellata.

La resurrezione della fascia pomeridiana è stata affidata quindi a Caterina Balivo dal nuovo direttore di Rai2 Angelo Teodoli. Il rinnovamento è passato attraverso il superamento dei generi talk show e cronaca che hanno dominato negli anni scorsi. Questa esigenza poteva essere anche comprensibile al fine di evitare una sovrapposizione con La Vita in Diretta che parte alle ore 15.15. E’ stata la scelta del nuovo genere ad essere fallimentare…

Con Detto Fatto si è scelto di buttarsi sul factual, il tipico genere di canali come Real Time. Il programma risulta però un minestrone insipido di cose già viste: rubriche sul rinnovamento del look, su persone a dieta, sul cake design, sul wedding plannig, decoupage et similia

Il genere factual funziona molto bene sui nuovi canali nativi digitali e in reti come Real Time sono dei professionisti a confezionare ottimi prodotti di questo tipo. Detto Fatto pare invece un po’ troppo misero, specialmente per una televisione generalista: ci sono tutor senza grande carisma e tutto sembra fatto un po’ “alla buona”. Manca una narrazione, un filo conduttore narrativo. E una trasmissione “sfilacciata” che non può certo far breccia su un pubblico che a quell’ora è abituato alle “cause sceneggiate” di Verdetto Finale, agli intrighi di soap opera come Centovetrine o alla moderna “commedia dell’arte” che mette in scena in modo geniale Maria De Filippi nello studio di Uomini e Donne.


Vediamo i risultati di ascolto: la media delle puntate della scorsa settimana si è fermata al 4.6% di share con circa 710mila spettatori; ieri i telespettatori sono stati 726mila e lo share è stato pari al 4.76%. Siamo ancora in fase di rodaggio o la trasmissione può già essere definita un flop?

Il nuovo programma della pur brava Balivo non funziona, sembra appunto un insipido minestrone cucinato con avanzi già assaggiati in piatti migliori. Più in generale, quello che si può evincere è che il genere factual – specialmente se non fatto in modo eccellente – non può funzionare sulle tv generaliste (pur rappresentando un vero e proprio successo per le reti native generali). Il rinnovamento, spesso necessario, dei canali generalisti non può passare solo attraverso dosi massicce di factual. Magari però un’iniezione di factual può far bene e anche Maria De Filippi sembra averlo capito: nelle puntate di Uomini e Donne-Trono Over dedicate alle sfilate, c’è anche la stylist Anahi Ricca che aiuta i concorrenti a costruire un look vincente. Ma in questo caso il factual/tutorial è solo una piccola iniezione, il programma rimane costruito sulle dinamiche del people show.

Rispondi

LIBRI, CUCINA E TV: Benedetta Rossi e Antonella Clerici

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

Categorie

ARCHIVIO

marzo: 2013
L M M G V S D
« feb   apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting