TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

19e40 di Floris: alcune cause della partenza fiacca

La prima puntata d 19e40, la striscia quotidiana di Giovanni Floris prima del Tg La7 delle 20, è andate molto male dal punto di vista degli ascolti: solo 258.452 spettatori, pari ad uno share dell’1.45% (ne abbiamo parlato qui). La seconda puntata, in cui si è parlato di calcio e di nazionale (ad un’ora dalla partita degli azzurri), ha visto crescere leggermente i dati di ascolto fino a 321.000 spettatori con l’1.81%. Sebbene in crescita, il risultato rimane basso. Ma quali potrebbero essere i motivi di questa partenza fiacca dell’ex fuoriclasse di Ballarò

Per rispondere a questa (difficilissima) domanda ci affidiamo al giudizio di due esperti. Aldo Grasso, sul Corriere della Sera, comincia la sua analisi scrivendo che 19e40 non è televisivamente moderno:

Giovanni Floris in versione mezzobusto non convince, a confronto «Il fatto» di Enzo Biagi (1995) sembra tv del futuro.

Grasso passa poi a sviscerare le cause della debolezza della trasmissione; secondo il critico televisivo è illogico che un programma che approfondisce la notizia del giorno vada in onda prima del telegiornale:

«19 e 40» paga l’assurdo su cui si fonda: per sviscerare il fatto del giorno, bisogna che prima ci sia il telegiornale, bisogna che la notizia venga gerarchizzata dal notiziario, altrimenti si resta nel vago. Floris non approfondisce un fatto ma un tema (che fatalmente è astratto); Floris non espone un punto di vista ma mette assieme diverse opinioni.

Il critico del Corriere ritiene che Floris abbia messo troppa carne al fuoco e che tutto nella trasmissione sia in eccesso; l’auspicio è che gli autori usino le forbici per sfrondare il sovrappiù.

Dalle pagine di Leggo anche Giorgio Simonelli, docente di Giornalismo radiofonico e televisivo all’Università Cattolica di Milano, dice la sua. Secondo Simonelli è stato un azzardo far partire 19e40 in un clima estivo e soprattutto prima del talk show di Floris di prima serata:

Siamo ancora nel clima di rientro dalle vacanze, quell’orario va bene a novembre, non all’inizio di settembre, quando la gente sta ancora facendo l’aperitivo all’aperto. Tanto più che nella nostra televisione c’è un’overdose di informazione, non c’è ancora la voglia di vivere spasmodicamente una novità. Credo che sia stata sbagliata la strategia, doveva partire prima il programma più importante, il talk di prima serata, e poi, dopo uno o due lunedì, la striscia quotidiana: non si fa trainare un carrarmato da una Cinquecento.

Nessun commento ancora

Rispondi

Daydreamer – Calendario e libro

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

Categorie

ARCHIVIO

settembre: 2014
L M M G V S D
« ago   ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting