TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Tv: da oggi l’Italia è full digital

Finisce oggi, definitivamente, l’era della televisione analogica in italia. 


La vecchia tv, dopo 58 anni e mezzo di onorata carriera, cede il passo alla “figlia” digitale. Era il 3 gennaio 1954 quando partirono le prime trasmissioni Rai; oggi, con lo switch off di Palermo e Messina, l’Italia seppellisce completamente la vecchia era televisiva.

Il digitale sfrutta le vecchie antenne ma la trasmissione, invece che con un segnale continuo, arriva in pacchetti di bit, tanti codici formati da 0 e 1 che poi il nostro decoder riconverte nelle facce di Gerry Scotti o di Antonella Clerici.

I canali si sono moltiplicati: ogni vecchia frequenza può adesso ospitare fino a 6 canali digitali. La qualità dell’immagine e del suono è aumentata ma il digitale terrestre ha anche i suoi lati oscuri…

La complessa conformazione geografica dell’Italia non potrà mai permettere ad un segnale pesante come quello del digitale di coprire tutti gli angoli più remoti del Belpaese. E per ovviare a questo problema c’è TivùSat, la piattaforma satellitare che replica il segnale terrestre.

Col passaggio di sempre più ampie porzioni di territorio al digitale terrestre è aumentato anche il volume di tempo dedicato al piccolo schermo: una crescita dell’8,4% nell’ultimo anno secondo l’indagine “Media monitor 2012″ di Gfk-Eurisko.

Parallelamente è diminuito l’ascolto delle reti generaliste a vantaggio delle semigeneraliste.

Chi davvero ci ha rimesso con il digitale terrestre sono le televisioni locali. Molte di esse, strette tra il calo di introiti pubblicitari e la costosa conversione digitale, hanno dovuto chiudere i battenti.

Per molte la strada è stata dura perchè non hanno ottenuto una buona posizione nella numerazione. Questo ha portato alla disaffezione del pubblico con la conseguente perdita di investimenti pubblicitari.


Certo, la causa non può essere imputata solo alla posizione nel telecomando. Se l’offerta televisiva aumenta con i canali semigeneralisti, il pubblico perde interesse per tv locali che spesso sembrano realizzate in cantina con la webcam. Il grande numero di tv locali che era la grande ricchezza dell’Italia, in questo frangente, si è dimostrato un limite: troppi soggetti troppo piccoli che non sono riusciti a superare il giro di boa del digitale.

Oggi l’Italia, dunque, è completamente digitale ma tra tre anni ci attende una nuova rivoluzione, quella del digitale di seconda generazione. Dal 2015 all’attuale sistema si affiancherà il Dvb-T2, che incrementerà ancora qualità e spazi, ma per usufruirne dovremo cambiare di nuovo il decoder.

Nessun commento ancora

Rispondi

Daydreamer – Calendario e libro

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

luglio: 2012
L M M G V S D
« giu   ago »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting