TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Decidetevi: in Rai gli ascolti contano o no?

Diciamolo brutalmente: sulla questione ascolti, in Rai, dovrebbero far pace col cervello! Dovrebbero dire, una volta per tutte, se e quanto contano (oppure in quali casi sì e in quali casi no) i dati Auditel. La sensazione è che la frase “la missione della Rai è fare servizio pubblico, non ci si può basare sugli ascolti” venga tirata fuori solo di fronte ai flop di trasmissioni che per varie questioni (più o meno chiare) si vogliono tutelare… 


Ieri Antonio Campo Dall’Orto, direttore generale Rai, ha dichiarato: “Per avere un servizio pubblico sano non si possono avere gli ascolti come unica unità di misura ma servono solo per capire se stiamo facendo bene” e ancora  “[gli ascolti] non sono mai il fine ma un elemento di valutazione per capire se stiamo arrivando col nostro racconto” (fonte Adnkronos)

Queste parole giustificative sono state dette in merito a programmi flop come Politics di Rai3 e Nemo di Rai2 (programmi che veleggiano attorno al 3% di share) ma – supponiamo – possano anche valere per Dieci Cose, fiasco del sabato sera di Rai1 firmato da Walter Veltroni (10/11%).

In altri casi, invece, abbiamo visto che gli ascolti contano parecchio (e giustamente! aggiungiamo noi) anche in Rai. Il successo de I Medici, per esempio, è stato sbandierato con soddisfazione ai quattro venti. Ma la televisione di stato non si limita solo a celebrare i buoni risultati di ascolto ma attua anche strategie per farli crescere.

La decisione di far partire la prima serata alle ore 21.15 per rispetto del pubblico è stata subito messa da parte al fine di recuperare (senza riuscirci peraltro) il crollo di ascolti di Affari Tuoi (attualmente si continua a partire regolarmente attorno alle 21.30). Accantonata anche la promessa di far partire Braccialetti Rossi 3 alle ore 20.35 della domenica sera. Dopo gli ascolti più che deludenti della prima puntata, la seconda è tornata in palinsesto alle 21.30 (recuperando peraltro pochissimo in termini di ascolto).

Il comportamento della Rai sulla questione ascolti è perlomeno ondivago se non proprio schizofrenico! Chiarite la vostra posizione una volta per tutte: gli ascolti contano o no? Contano per tutte le trasmissioni o solo per alcune? In quest’ultimo caso sarebbe opportuno fare un’ulteriore mossa: le trasmissioni di “servizio pubblico”, quelle per cui non contano gli ascolti, dovrebbero essere finanziate dal canone. Le altre, però, dovrebbero essere prodotte interamente con i ricavi pubblicitari. Questo per chiarezza e trasparenza verso il pubblico e verso i soldi del canone versati in bolletta.

Daydreamer – Calendario e libro

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

Categorie

ARCHIVIO

ottobre: 2016
L M M G V S D
« set   nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting