TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Rischiatutto: meglio lasciare il passato nel passato

Il Segreto potrà essere appassionante ma sicuramente non è una produzione particolarmente avvincente e “veloce”. Eppure ieri sera, facendo zapping tra Canale 5 e Rai1, la telenovela spagnola mostrava molto più ritmo, molto più brio e molta più modernità del Rischiatutto riproposto da Fabio Fazio


A Fazio bisogna, forse, riconoscere un merito: quello di ristabilire la verità su un fastidioso luogo comune. Tale luogo comune è un ritornello che spesso sentiamo ripetere da chi ha una certa età e purtroppo, forse per consuetudine, anche da chi è più giovane: “Ah com’era bella la televisione di una volta…”. Balle!. Il “nuovo” Rischiatutto è la prova lampante di quanto sia sciocca e approssimativa tale affermazione.

Le produzioni televisive si consumano in fretta, sono figlie del loro tempo e quasi niente – senza i dovuti aggiustamenti – può sopravvivere a lungo. Rischiatutto sarà stato un bel prodotto all’inizio degli anni 70; oggi risulta inguardabile. Specialmente se si decide, come è stato fatto sulla prima rete della tv pubblica, di riproporlo senza nessun cambiamento, considerando (a torto!) la fedeltà all’originale come un valore aggiunto.

La puntata di ieri sera ci ha mostrato come la “bella televisione dei tempi che furono” sia completamente inadatta al panorama attuale. Tutto era superato da quello che abbiamo visto nei 45 anni successivi. Nessuna concessione alla tecnologia, nessun effetto, tutto sembrava rimasto a quella tv in bianco e nero che fortunatamente ci siamo lasciati alle spalle. Più che sobrietà e aderenza all’originale, abbiamo potuto toccare con mano la noia e la mancanza di ritmo della vecchia tv, una televisione che andava bene quando c’era il monopolio, quando non c’era scelta e soprattutto quando niente sapevamo delle potenzialità del mezzo televisivo.


La riproposizione del Rischiatutto però ha funzionato dal punto di vista degli ascolti, Oltre 7,5 milioni di spettatori, pari a oltre il 30% di share, hanno deciso di rifugiarsi, nella sicurezza ovattata della nostalgia e nei ricordi di un glorioso (?) passato. Buoni anche i risultati nelle fasce più giovani: 25.61% sul target 15-64 anni e 22.54% sugli under 35. Vogliamo credere che tali cifre siano state dettate solo dall’effetto curiosità di capire com’era la tv di un tempo!

Piccola nota finale: Fabio Fazio, che ha fortemente voluto questa operazione (resurrezione) deve rendersi conto che, per quanto sia stato amico di Mike Bongiorno e in ottimi rapporti con la sua famiglia, è quanto di più distante ci possa essere dal conduttore italo-americano: Mike era pop e sciolto, Fabio snob e fin troppo radical…

NEWS

email: info@tuttotv.info

FACEBOOK & TWITTER

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

aprile: 2016
L M M G V S D
« mar   mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting