TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

I misteri di Laura: floppa il primo tentativo di diversificare la fiction Mediaset

pecci-natoli-misteri-laura

Azzardiamo (ma neanche tanto) una fanta-previsione: se I Misteri di Laura fosse stato trasmesso da Rai1 avrebbe potuto sfiorare, se non raggiungere, i 5 milioni di spettatori e il 20% di share (dato raggiunto da Provaci ancora Prof che, per struttura narrativa, non è molto distante dalla nuova fiction di Canale 5). Ma in televisione i dati di gradimento non sono mai “assoluti” ma quasi sempre dipendono dalla rete su cui vanno in onda e dall’identità della stessa. 



Spieghiamoci meglio. Finora sono andate in onda due puntate de I Misteri di Laura, la prima ha raggiunto 3,985 mln di spettatori col 15.84% di share che sale al 17.17% sul target commerciale 15-64 anni, quello che interessa a Mediaset. Nonostante non fosse chiaramente un successo, il dato poteva essere giudicato sufficiente e potenzialmente migliorabile nel tempo. Invece ieri sera c’è stato il tracollo: la seconda puntata si è fermata a 2,613 mln di spettatori con un misero 10.26% di share che diventa 11.14% sul target commerciale.

Il dato è tragico e dimostra che il pubblico di Canale 5 ha palesemente rifiutato la fiction. Chiariamo subito alcuni aspetti: I Misteri di Laura è una serie gradevole, realizzata in modo professionale e recitata in maniera più che dignitosa. Forse, però, è stata percepita come un corpo estraneo rispetto allo standard della fiction Mediaset.

Negli ultimi anni, Canale 5 ci ha abituato soltanto a due grandi generi: i melodrammi in costume della Ares Film (ma anche il dramma romantico Le Tre Rose di Eva della Endemol Italia) e i polizieschi della Taodue Film (anche se è opportuno ricordare che quest’ultima ha sperimentato il genere mystery con Il XIII Apostolo e il thriller psicologico con Il Bosco).

Dopo la chiusura (per mancanza di ascolti) de I Cesaroni, il genere comedy è completamente sparito dagli schermi di Canale 5. Ora che anche gli ascolti dei melò e dei thriller non sono alti come una volta, Mediaset si è impegnata a diversificare i generi della propria fiction (e anche le aziende a cui affidare le produzioni). I Misteri di Laura sono stati il primo esperimento di questa volontà di rinnovamento. Ma tale tentativo sembra essere stato un vero e proprio buco nell’acqua.



Ripetiamo: I Misteri di Laura è una fiction gradevole e ben fatta, ma appartiene al quel genere che mixa giallo e commedia e che è riconosciuto come tipico delle produzioni di Rai1 (Don Matteo, Provaci ancora Prof, Che Dio ci aiuti, Un passo dal cielo…).

L’esperimento di Canale 5 (specialmente ora che neanche “l’usato sicuro” funziona bene come un tempo) è stato necessario e coraggioso. Per adesso il bilancio è negativo ma la rete proverà ancora a diversificare: Non è stato mio figlio della Ares proverà a sperimentare il family drama, per la comedy è prevista una fiction con Panariello e in cantiere c’è anche il ritorno alla commedia rosa con Il Bello delle Donne….

La sperimentazione, utile e meritevole, continua. Ma deve essere chiaro che il rinnovamento non può passare dalla riproposizione dei canoni delle produzioni di successo di Rai1. Non è automatico (anzi, non accade quasi mai) che un tipo di prodotto che funziona sulla Rai faccia altrettanto anche su Mediaset. Ogni rete ha un’identità ben definita, il pubblico lo percepisce e rifiuta “incroci pericolosi”. La sperimentazione non deve essere clonazione di un modello già visto ma deve consistere in una vera innovazione narrativa e di linguaggio.

NEWS

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

novembre: 2015
L M M G V S D
« ott   dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting