TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Cristina Parodi abbassa il livello ma gli ascolti non salgono

La scure degli ascolti comincia ad incombere anche su La7, fino a poco tempo fa considerata – in modo assai snob – un’isola felice dove poter fare “tv di qualità” anche con ascolti bassi, con un pubblico di nicchia dai gusti ben diversi del “popolino” che si abbevera alle fonti di Rai 1 e Canale 5… 


Ma nelle ultime settimane qualcosa sembra cambiato… La7 è in vendita e bisogna mostrare un profilo di rete vincente e appetibile, inoltre, se si aspira a divenire una realtà generalista bisogna tagliare i rami infruttuosi.

Ed ecco che G’Day di Geppi Cucciari (share sotto il 3%) viene cancellato a dicembre (leggi qui>>), Lerner (share attorno al 4%) viene spostato alla seconda serata del venerdì (leggi qui>>),  il suo posto in prima serata verrà preso da Formigli (share 6/7%).

In questo clima anche Cristina Parodi è dovuta correre ai ripari… Il suo Live costa la bellezza di oltre 58.000 euro a puntata e conta una squadra formata da 16 autori. Una struttura faraonica per un programma di daytime che raccoglie un misero share del 2%! C’era bisogno di una riorganizzazione: la trasmissione è stata unificata (prima andava in onda in due segmenti separati), lo studio è stato leggermente ristrutturato favorendo colori più caldi e anche lo stile e gli argomenti sono stati profondamente rivisti.


Diciamo subito che gli ascolti sono rimasti poco sopra al 2% (forse un minimo miglioramento di qualche decimale). Risultati sostanzialmente uguali a fronte di un abbassamento di livello dei contenuti della trasmissione. La linea editoriale è diventata più pop: c’è più gossip spicciolo (Cristina ha intervistato pure Francesca Cipriani) e anche un po’ di trash (le sfuriate di Sgarbi o gli strafalcioni di Giurato). Per intercettare un po’ di pubblico femminile nostalgico, la Parodi ha deciso di puntare sul “sempreverde” (o forse sempregrigio!) Paolo Limiti (avanguardia pura!!!). Ma gli ascolti non si schiodano dal 2%…

Prima della “cura” si poteva raccontare la favola di ascolti bassi a causa della scelta di puntare su un salotto raffinato, elegante, di livello più alto rispetto a quello delle ammiraglie Mediaset e Rai. Ed in effetti era sicuramente qualcosa di diverso, ma non ha funzionato.

Adesso Cristina Parodi si riposiziona su stile e argomenti dei talk show popolari. Ora che è più pop (ma anche trash!), il Cristina Parodi Live non ha più la scusante della raffinatezza: o gli ascolti arrivano o arrivano i problemi…

Nessun commento ancora

Rispondi

NEWS

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

novembre: 2012
L M M G V S D
« ott   dic »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting