TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Mia Madre, l’Italia degli anni Cinquanta e l’emigrazione interna nel film tv con Bianca Guaccero

Questa sera il prime time di Rai 1 propone Mia Madre, un film tv di Ricky Tognazzi, con Bianca Guaccero, Marco Cocci, Francesco Venditti e Primo Reggiani


Quella raccontata in Mia Madre è la storia di una famiglia italiana che, in pieni anni Cinquanta, si vede costretta a lasciare la terra natale, la Puglia, per cercare fortuna al nord, “nella città delle fabbriche”: Torino. Le difficoltà di integrazione e di riscatto di Nunzia, Uccio e dei loro figli descrivono uno spaccato dell’Italia negli anni duri dell’emigrazione interna.

Siamo nell’Italia della grande emigrazione interna, quella che precede il boom economico degli anni Sessanta. Al Sud si sogna il Nord. Non perché non si apprezzi o  non si ami abbastanza la propria terra natale, ma perché è al Nord che si accendono le speranze per un futuro migliore. Si parte poveri, con la “valigia di cartone”, per approdare nelle grandi città, come Torino, dove grazie al lavoro in fabbrica si può anche “diventare ricchi” e vivere in case belle e moderne.

E’ questa la speranza di Nunzia e Uccio, una giovane coppia cresciuta a Cisternino, un paesino della Puglia, che tra mille difficoltà, decide di fare il grande passo e con i tre piccoli figli si trasferisce nel capoluogo piemontese. Ma la città che si trovano davanti non è certamente quella che si erano immaginati. Il freddo clima del Nord sembra riflettersi anche nella diffidenza generale della gente, per strada e al lavoro in fabbrica.

E c’e anche da fare i conti con le contestazioni e i primi cortei di lavoratori, operai e con i lacrimogeni e  le cariche della polizia. Sono i tempi che piano piano si evolvono e si adeguano alla nuova realtà sociale in grande fermento.  E mentre il tempo passa, le vicende personali dei protagonisti si intrecciano, complicandosi, con le vite di altre persone semplici, quelle di altri emigrati, a casa e in fabbrica.

La famiglia resta unita, tra mille difficoltà, superando lutti e mille bocconi amari riservati dal destino. Arrivano poi anche gli anni Ottanta. I tre figli, Giacomo, Giuseppe e Lucia  sono ormai grandi e per loro si aprono nuovi scenari, nuove prospettive e anche nuove delusioni. Ma tutto resta saldamente legato al cuore pulsate della famiglia: Mamma Nunzia. Bella dentro e fuori, coraggiosa e combattiva.

(font UfficioStampa.Rai.it)

Rispondi

NEWS

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

maggio: 2012
L M M G V S D
« apr   giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting