TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Fiction Rai, stagione 2019/2020 (tutte le schede delle produzioni)

amica-geniale-stagione-2In questo vediamo le proposte di Rai Fiction (su Rai1Rai2, Rai3RaiPlay) per la prossima stagione televisiva (2019/2020). 


RAI1 – SERIE EVENTO

I MEDICI 3. IL POTERE E LA BELLEZZA

Creato da Frank Spotnitz e Nicholas Meyer
Scritto da James Dormer, Francesco Arlanch, Guy Burt, Chris Hurford,
Ian Kershaw, Debbie Oates, Charlotte Wolf
Con Daniel Sharman, Francesco Montanari, Sarah Parish, Alessandra Mastronardi, Sinnove Karlsen, Tobi Regbo, Aurora Ruffino, Daniele Pecci, Bradley James, John Lynch, Neri Marcorè, Giorgio Marchesi Regia di Christian Duguay
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction,
Big Light Productions e Altice Group
Serie evento in 4 serate – Drama, storico

Torna il kolossal di Rai1 dedicato alla grande famiglia fiorentina dei Medici, la coproduzione internazionale realizzata da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, Altice Group e Big Light Productions, venduta in più di cento paesi. A pochi mesi dalla terribile Congiura dei Pazzi, in cui ha perso la vita il fratello Giuliano, Lorenzo è tormentato dal desiderio di vendetta verso Papa Sisto IV, che ha autorizzato quell’attacco sanguinoso, e verso il Conte Riario, ultimo sopravvissuto tra i congiurati. Inutilmente, l’amata moglie Clarice cerca di convincerlo a trovare pace con un compromesso che salvi sia la sua anima sia la città. Né basta a ridargli speranza la scoperta che Giuliano ha lasciato un figlio, Giulio, che viene accolto in famiglia. Lorenzo è deciso a salvare i suoi e Firenze anche al prezzo di perdere l’anima. Mentre la situazione della banca si fa sempre più instabile, la politica spinge Lorenzo a rinunciare agli ideali di un tempo e a mettere in crisi il rapporto con sua moglie Clarice, soprattutto in occasione dell’incontro con la bellissima Ippolita Sforza. Nel frattempo, Lorenzo continua a finanziare il mondo dell’arte, incontrando il genio di artisti quali Leonardo e Michelangelo. Nell’affermare il suo potere sempre più assoluto, però, Lorenzo si scontra con un nemico inaspettato, il frate domenicano Girolamo Savonarola, che con le sue prediche infiamma il popolo di Firenze contro la tirannia dei Medici. La parabola di un uomo in lotta con Dio, una città destinata ad essere ambasciatrice della bellezza e della conoscenza nel mondo. Un grande racconto di amore, passione, avventura e libertà per celebrare gli anni più importanti del Rinascimento italiano.

L’AMICA GENIALE 2 – STORIA DEL NUOVO COGNOME

Scritto da Elena Ferrante, Francesco Piccolo, Laura Paolucci, Saverio Costanzo. Tratto dal secondo libro della quadrilogia di Elena Ferrante edito da Edizioni E/O. Con Margherita Mazzucco, Gaia Girace, Dora Romano, Valentina Acca, Antonio Buonanno, Anna Rita Vitolo, Luca Gallone, Gennaro De Stefano, Giovanni Amura, Federica Sollazzo, Fabrizio Cottone, Eduardo Scarpetta, Francesca Pezzella, Ulrike Migliaresi, Christian Giroso, Francesco Serpico, Giovanni Buselli, Elvis Esposito, Alessio Gallo, Emanuele Valenti, Fabrizia Sacchi, Sarah Falanga, Imma Villa, Francesco Russo. Regia di Saverio Costanzo, Alice Rohrwacher. Una produzione Fandango-Wildside, prodotta da Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, in collaborazione con HBO Entertainment, in co-produzione con Umedia. Fremantle è il distributore internazionale in collaborazione con Rai Com. Serie evento in 4 serate – Drama

Gli eventi del secondo capitolo de L’amica geniale riprendono esattamente dal punto in cui è terminata la prima stagione. Lila ed Elena hanno sedici anni e si sentono entrambe in un vicolo cieco. Lila si è appena sposata ma, nell’assumere il cognome del marito, ha l’impressione di aver perso sé stessa. Elena è ormai una studentessa modello ma, proprio durante il matrimonio dell’amica, ha capito che non sta bene né nel rione né fuori. Nel corso di una vacanza a Ischia le due amiche ritrovano Nino Sarratore, vecchia conoscenza d’infanzia diventato ormai studente universitario di belle speranze. L’incontro apparentemente casuale cambierà per sempre la natura del loro legame, proiettandole in due mondi completamente diversi. Lila diventa un’abile venditrice nell’elegante negozio di scarpe della potente famiglia Solara al centro di Napoli; Elena, invece, continua ostinatamente gli studi ed è disposta a partire per frequentare l’università a Pisa. Le vicende de L’amica geniale ci trascinano nella vitalissima giovinezza delle due ragazze, dentro il ritmo travolgente con cui si tallonano, si perdono, si ritrovano.


LA VITA PROMESSA 2

Soggetto originale di Laura Toscano, Franco Marotta
Scritto da Franco Bernini, Simona Izzo
Con Luisa Ranieri, Francesco Arca, Miriam Dalmazio, Thomas Trabacchi, Giuseppe Spata, Vittorio Magazzù Regia di Ricky Tognazzi
Una coproduzione Rai Fiction-Picomedia, prodotta da Roberto Sessa
Serie evento in 3 serate – Period drama

Dopo il grande successo della prima stagione, le drammatiche vicende dei Rizzo, una famiglia di emigrati siciliani nel sobborgo italiano di Manhattan, proseguono in uno dei capitoli più bui della storia americana: la Grande Depressione. Carmela e i suoi figli affrontano questi anni difficili con il coraggio di sempre: una lotta interna alle comunità di immigrati dà vita a un’ondata di sfratti contro cui Carmela combatte, incalzata da Rosa, la nuora che ha ereditato la passione politica del primo figlio di Carmela, Michele, ucciso per ordine di Spanò, e da cui la ragazza ha avuto un figlio. Ma i contrasti tra donna Carmela e Rosa non mancano e finiscono per provocare la sparizione inspiegabile di Rocco, il fratello menomato dei Rizzo, l’unico che ancora viveva con la madre. Carmela è preda di una solitudine inguaribile, quando ritorna dall’Italia Amedeo Ferri, mentore della famiglia Rizzo e galante corteggiatore, pronto di nuovo a starle vicino e a sostenerla in tutto, con la segreta speranza di conquistare definitivamente il suo cuore. Tra melodramma fiammeggiante e gangster movie, un nuovo classico che fonde la tradizione del neorealismo con l’immaginario del cinema di genere italoamericano e mette al centro una figura di madre combattiva ma non per questo buona a tutti i costi.

LA GUERRA È FINITA

Scritto da Sandro Petraglia con la collaborazione di Michela Straniero, Eleonora Bordi, Lorenzo Bagnatori Con Michele Riondino, Isabella Ragonese, Valerio Binasco, Carmine Buschini, Federico Cesari Regia di Michele Soavi
Prodotto da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra per Palomar in collaborazione con Rai Fiction
Serie evento in 4 serate – Storico

La guerra è finita (liberamente ispirata a personaggi e fatti realmente accaduti in Italia e in Europa) inizia poco dopo la Liberazione, nei mesi in cui, dopo la tragedia dei campi di sterminio, i pochi sopravvissuti tornano a casa. Tra questi, anche qualcuno che non troverà più nessuna famiglia ad attenderlo: bambini e bambine, ragazzini e ragazzine, adolescenti che hanno visto e vissuto l’orrore. Questa storia parla di loro. E di alcuni adulti coraggiosi che aiutano questi ragazzi a tornare lentamente alla vita, all’interno di un istituto improvvisato e privo di risorse. Qui, in un’Italia provata, miserabile, ridotta in macerie, bambini e ragazzi italiani e stranieri scoprono il rispetto reciproco, la solidarietà, la voglia di giocare, studiare, lavorare, amare, e raccontare la loro perduta umanità. Per farlo, dovranno prima attraversare dure prove e sconfiggere i loro mostri interiori. Il filosofo Adorno scrive che dopo Auschwitz è impossibile scrivere poesie. Le storie di vita di questi ragazzi furono la nuova poesia.


RAI1 – SERIE COMING OF AGE

OGNUNO È PERFETTO

Scritto da Fabio Bonifacci
Con Edoardo Leo, Cristiana Capotondi, Piera Degli Esposti nel ruolo di “Emma”, Gabriele Di Bello, con la partecipazione speciale di Lele Vannoli, con la partecipazione di Nicole Grimaudo
Regia di Giacomo Campiotti
Una coproduzione Rai Fiction-Viola Film, prodotta da Alessandro Passadore, in collaborazione con Direzione Produzione TV – Centro Produzione Rai di Torino
Serie in 3 serate – Dramedy

Dal pluripremiato format belga Tytgat Chocolat, una storia di amore e diversità. Rick ha ventiquattro anni, la sindrome di Down e gli stessi sogni di tutti i ragazzi della sua età. Dopo anni di finti tirocini e stage fasulli, ciò che desidera più di ogni altra cosa è trovare un vero lavoro. Ivan, suo padre, ha appena ceduto l’attività per dedicargli più tempo e decide di affiancarlo nella difficile ricerca di un impiego. Finalmente dopo tanti “no” e molti “le faremo sapere”, Rick corona il suo sogno: Miriam, la proprietaria di una piccola fabbrica di cioccolato gli dice “si” e lo assume per lavorare nel reparto packaging dell’azienda di famiglia. Voluto e creato da Miriam, il reparto è interamente affidato a un team di ragazzi disabili: ognuno di loro ha il compito di comporre particolari scatole di cioccolatini che rendono unico il marchio di fabbrica. Ora, felice più che mai, Rick dà una svolta alla sua vita: ha un lavoro, dei nuovi amici e scopre l’amore. Tra un cioccolatino e l’altro, si innamora perdutamente di Tina, una ragazza albanese con la sindrome di Down che lavora con lui e che ricambia con profondità il suo sentimento. Ma quando il passato della mamma di Tina, Katarina, riemerge brutalmente e le costringe a lasciare definitivamente l’Italia, inizia per Rick una nuova, grande avventura e con i suoi amici del reparto packaging parte per recuperare il suo amore.

PEZZI UNICI

Scritto da Donatella Diamanti, Isabella Aguilar, Fabrizio Lucherini, Cinzia TH Torrini
Con Sergio Castellitto, Irene Ferri, Fabrizia Sacchi, Leonardo Pazzagli, Anna Manuelli, Moisé Curia, Lucrezia Massari, Carolina Sala, Margherita Tiesi, Lorenzo De Moor, con Marco Cocci, Renato Marchetti, Katia Beni, Antonio Zavatteri, Sandra Ceccarelli, Andrea Muzzi e con Giulio Berruti,
con l’amichevole partecipazione di Loretta Goggi, con la partecipazione di Giorgio Panariello
Regia di Cinzia TH Torrini
Una coproduzione Rai Fiction-Indiana Production, prodotta da Fabrizio Donvito, Benedetto Habib, Marco Cohen, in collaborazione con Cassiopea Film Production
Serie in 6 serate – Mistery drama/coming of age

Sergio Castellitto interpreta Vanni, un artigiano fiorentino, maestro della lavorazione del legno. Il mestiere e la bottega che porta il suo nome vengono da lontano: un lascito che la sua famiglia si tramanda da generazioni. Uomo tutto d’un pezzo, vecchio stampo, nell’arte dell’intaglio e del restauro non ha eguali. Come padre e marito però ha fallito. Lorenzo, il suo unico figlio, temperamento da artista e carattere ribelle, si è perso nella droga ed è morto. Suicidio o almeno così sembra. Da allora anche la moglie lo ha lasciato, convinta che Vanni abbia avuto la sua dose di colpe per non aver aiutato il figlio quando era in difficoltà. Eppure negli ultimi tempi Lorenzo sembrava essersi ripreso: si era disintossicato e teneva un corso di artigianato in una casa famiglia. Gli allievi del suo corso sono cinque ragazzi problematici: ciascuno ha alle spalle un dramma (chi organizzava rapine, chi è stata baby squillo, chi spacciava) e un sogno: sono “pezzi unici”. Per questi giovani, in bilico fra speranza e dannazione, la differenza può farla il corso di artigianato avviato da Lorenzo e che Vanni decide di proseguire nella sua bottega nel cuore di Firenze, in via degli Artigiani, per superare il senso di colpa nei confronti del figlio. Ma c’è qualcosa di più: stando quotidianamente a contatto con i ragazzi, Vanni comincia a sospettare che Lorenzo non si sia suicidato ma che sia stato ucciso e che i cinque giovani sappiano più di quello che dicono. Difatti, ognuno di loro ha un motivo per risultare coinvolto in prima persona nella morte di Lorenzo. Il grande ritorno di Sergio Castellitto in una serie che ibrida il racconto generazionale, il social drama con il giallo. Una proposta originale che tratta il ruolo dell’arte nel processo di reintegro sociale e la riscoperta dell’artigianato come occasione identitaria.


RAI1 – FAMILY DRAMA

LA STRADA DI CASA – SECONDA STAGIONE

Scritto da Andrea Valagussa, Mauro Cristiani, Maura Nuccetelli, Elisa Zagaria, Francesco Arlanch, Donatella Diamanti, Francesco Balletta
Con Alessio Boni, Lucrezia Lante della Rovere, Sergio Rubini, Eugenio Franceschini, Benedetta Cimatti, Christiane Filangieri, Sabrina Martina, Marco Di Natale, Silvia Mazzieri, Roberta Caronia, Massimo Poggio, Roberto Gudese
Regia di Riccardo Donna
Una coproduzione Rai Fiction-Casanova Multimedia, prodotta da Luca Barbareschi Serie in 6 serate – Mistery drama

La seconda stagione de La strada di casa si apre con nuovi misteri da svelare. Fausto, uscito dal carcere dopo aver scontato una pena di tre anni per una truffa nell’importazione di bovini non certificati, deve far fronte a un nuovo incubo. Viene sorpreso sulla scena di un delitto. Si professa innocente, ma il determinatissimo commissario Concetta Leonardi fatica a credergli: tutti gli indizi portano a lui. Anche perché quel delitto è preceduto da un altro mistero che coinvolge il primogenito di Fausto, Lorenzo, imprenditore del birrificio artigianale Morra, e la sua promessa sposa Irene alla vigilia del loro matrimonio. Irene, infatti, non si è presentata alla celebrazione del rito in chiesa, è scomparsa senza lasciare tracce la notte prima delle nozze. La vita di cascina Morra, dopo anni, è di nuovo sconvolta da eventi inspiegabili. Ma cosa ha a che fare la scomparsa di Irene con l’omicidio di cui è accusato Fausto? Perché Lorenzo sembra nascondere un segreto? Baldoni, che è come un padre per Irene, riabilitato nel suo grado di capo del distretto veterinario di Fara, non si dà pace. Ma questa volta è al fianco di Fausto nella ricerca della verità. Nuovi personaggi movimentano la vita di cascina Morra, tra questi lo spregiudicato manager Valerio Costa, che entrerà nella gestione del birrificio. Gloria, perno della famiglia, dovrà fare i conti con un’insospettabile fragilità, mentre Milena sarà travolta da un amore tormentato. La ribelle Viola, in bilico tra i fantasmi del passato e il suo talento artistico, si troverà suo malgrado coinvolta nelle vicende di Mauro, giovane ex-compagno di cella di Fausto integrato nella comunità di cascina Morra. In un crescendo di emozioni e colpi di scena i misteri si intrecceranno in una storia dal ritmo incalzante fino a sciogliersi in un finale sorprendente.

VIVI E LASCIA VIVERE

Scritto da Monica Rametta, Valia Santella, Giulia Calenda, Marco Pettenello, Camilla Paternò, con la collaborazione di Pappi Corsicato
Con Elena Sofia Ricci, Antonio Gerardi, Silvia Mazzieri, Carlotta Antonelli, Giampiero De Concilio, con la partecipazione di Massimo Ghini
Regia di Pappi Corsicato
Una coproduzione Rai Fiction-Bibi Film Tv, prodotta da Angelo Barbagallo Serie in 6 serate – Dramedy

Ogni famiglia ha i suoi segreti. E la famiglia Ruggero ne ha uno enorme, di cui solo Laura è al corrente. Laura, cinquant’anni portati con sfrontatezza, lavora come cuoca all’interno di una mensa, ha due figli adolescenti, un’altra figlia più grande con la quale ha un rapporto complicato e conflittuale e un marito, Renato, con cui è sposata da vent’anni e che suona a bordo delle navi da crociera. Una vita apparentemente come tante fino al giorno in cui, di ritorno da un misterioso viaggio, Laura convoca i figli per dare loro una terribile notizia: il padre è morto in un incendio a Tenerife, di lui non è rimasto che cenere. Ed è da quella cenere, dal mistero di quella morte, che la vita di Laura riprende, cambia, cresce, fino a diventare una riscossa di indipendenza dagli uomini e dal mero ruolo di moglie e madre. Laura si reinventa un lavoro, che trasforma in una vera e propria impresa al femminile, mentre il suo passato misterioso e insospettabile si riallinea al presente. Il grande amore mai vissuto, un uomo affascinante ma ambiguo, implicato in affari poco puliti, compare a stravolgere il già fragile equilibrio riportando nella vita di Laura l’amore, ma anche la diffidenza, la paura e infine mettendo concretamente in pericolo lei e i suoi figli. Il segreto custodito con tenacia da Laura verrà scoperto suo malgrado e il terremoto emotivo che ne segue rischierà di spazzare via tutta la famiglia, come in una tempesta. Un light drama ambientato a Napoli che contamina il family classico con venature noir, con il tocco di un regista dalla forte personalità che rilegge il protagonismo di Elena Sofia Ricci in una chiave inattesa e antieroica.


ANGELA

Scritto e diretto da Andrea Porporati, Maria Porporati
Con Vanessa Incontrada, Giuseppe Zeno, Sebastiano Somma, Crystal Deglaudi, Tancredi Testa, Katia Ricciarelli, Ivan Franek, Simone Montedoro, Marco Cocci
Prodotto da Matteo Levi per 11 Marzo Film in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 3 serate – Action thriller

Angela ha perso il figlio Matteo di nove anni da pochi mesi, in un incidente stradale. Una tragedia che l’ha spezzata e ha condizionato per sempre il suo carattere solare ed empatico. Si rifugia nella casa di famiglia in un paesino su un’isola dell’arcipelago toscano, dove Elena, una misteriosa vicina, la convince a ospitare per una notte i suoi bambini, Bruno e Valentina. Quella che doveva essere una nottata tranquilla si rivela l’inizio di un incubo: Angela assiste all’omicidio di Elena per mano di un uomo spietato, un esecutore, forse un mercenario, e intraprende una fuga disperata per salvare sé stessa e i bambini. In questa travagliata avventura, Angela si imbatte in una serie di personaggi: il capitano Sforza, una figura ambigua e temibile; Elisa, una cantante lirica decaduta che vive in una baracca sul Tevere e che aiuterà Angela e i bambini a nascondersi; e il suo ex marito, Lino, a cui Angela non ha mai perdonato l’incidente in cui è morto Matteo. Angela viene accusata ingiustamente della morte di Elena ed è costretta a fuggire ancora, attraverso l’Italia, da nord a sud, ricercata dalla polizia e inseguita dai killer, per salvare quei due bambini che appena conosce. È un viaggio pericoloso, ma anche tenero e purificatore. Grazie anche al misterioso Kim, l’uomo che la madre dei bambini aspettava, Angela troverà la strada per metterli in salvo. A metà tra road movie e favola nera, una storia popolare moderna che racconta l’esperienza riparativa di una donna rispetto alla sua maternità perduta.

VITE IN FUGA

Scritto da Filippo Gravino, Guido Iuculano, Giacomo Bendotti, Eleonora Cimpanelli, Flaminia Gressi, Davide Serino
Con Claudio Gioè, Anna Valle, Barbora Bobulova, Francesco Arca, Giorgio Colangeli, Tobia De Angelis, Tecla Insolia
Regia di Luca Ribuoli
Una coproduzione Rai Fiction-PayperMoon Italia, prodotta da Mario Mauri Serie in 6 serate – Family, thriller

Claudio Caruana è un dirigente del Banco San Mauro di Roma, sposato da vent’anni con Silvia e padre di due figli adolescenti, Alessio e Ilaria. Da qualche tempo Claudio è sotto indagine per uno scandalo finanziario legato alla sua banca, che ha provocato il suicidio di alcuni clienti. Un collega, Riccardo, viene trovato ucciso e molti indizi gravano su Claudio, il quale viene minacciato ripetutamente assieme alla famiglia. Per sottrarsi alle minacce, scoprire la verità sull’omicidio di Riccardo e riabilitare il proprio nome, Claudio accetta l’aiuto di Cosimo Casiraghi, ex-responsabile della sicurezza di grandi aziende, che offre ai Caruana identità fittizie e un futuro nuovo di zecca, da iniziare lontano, sotto mentite spoglie, tra i monti dell’Alto Adige. Per la prima volta la famiglia Caruana è costretta a vivere davvero insieme, lontana dagli agi e dalle distrazioni di Roma e a ripartire da zero su tutto. Vengono a galla sentimenti inespressi, incomprensioni, conflitti, incompatibilità. Ma anche gioie, occasioni nuove per volersi bene e ricominciare a conoscersi. A Roma, intanto, una poliziotta scomoda dalla vita disastrosa è sulle loro tracce: è l’unica convinta che Claudio abbia inscenato la morte per sfuggire alle sue colpe. Un family-thriller che per la prima volta ibrida due generi apparentemente distanti, dove le tenerezze della vita quotidiana e domestica si fondono con un alto grado di suspense e dove il vero pericolo si nasconde nei rapporti familiari.


RAI1 – SERIE CRIME E THRILLER

GLI OROLOGI DEL DIAVOLO

Scritto da di Salvatore Basile, Valerio D’Annunzio, Alessandro Angelini, Antonio Piazza, Fabio Grassadonia Ispirato ad una storia vera
Con Giuseppe Fiorello
Regia di Alessandro Angelini
Prodotto da Roberto Sessa per Picomedia in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 4 serate – Action crime

Giovanni è un motorista nautico talentuoso, ha un passato nelle gare off-shore e un presente da costruttore di barche alla foce del Magra. Lo sanno tutti che è il migliore e lo sanno anche dei clienti particolari a cui farebbero comodo gommoni che corrono più delle motovedette dei Carabinieri e della Polizia. Giovanni mangia la foglia e chiede a Mario, suo amico poliziotto, come deve comportarsi. La Polizia sta seguendo quel traffico criminale da tempo e propone a Giovanni di collaborare offrendogli protezione. Così Giovanni, suo malgrado, si ritrova ad indossare i panni di infiltrato speciale nella malavita, a costruire e guidare barche dedite al narcotraffico e a frequentare i boss spagnoli che gli commissionano gli scafi. Su tutti il giovanissimo Aurelio, geniale e astuto capo indiscusso dell’organizzazione, che si affeziona a Giovanni come a un fratello. Un legame pericoloso come l’abbraccio di un serpente. E così la sua vita si sdoppia. Giovanni è costretto a dire bugie ai suoi affetti, ai suoi operai e a invischiarsi sempre di più in una spirale di continui compromessi. La sua missione è chiara: spiare i narcotrafficanti e rivelare tutto alla Polizia. Ma quando in un’operazione in mare fra Italia e Spagna qualcosa va storto e Giovanni viene arrestato dalla Polizia francese, la Polizia italiana non rivendica la sua copertura. Il meccanico sa che se parla o dichiara la sua vera identità è un uomo morto e gli rimane una sola scelta: affrontare con coraggio l’inferno delle galere francesi. Giovanni trascorre otto mesi in prigione per poi tornare a casa con la reputazione distrutta, lasciato solo dalla famiglia e con un conto in sospeso con chi non l’ha tutelato. Ma alla sua porta, puntuale come l’orologio del diavolo, torna a bussare Aurelio. Ha ancora bisogno di lui, del suo fratello italiano, che ha tenuto la bocca chiusa. Anche la Polizia gli chiede un ultimo aiuto, poi potrà ricominciare a vivere. Cosa farà Giovanni? Il meccanico sa che per uscire da questa trappola potrà contare solo sulle sue forze.

BELLA DA MORIRE

Scritto da Filippo Gravino, Flaminia Gressi, Davide Serino
Con Cristiana Capotondi, Matteo Martari, Lucrezia Lante della Rovere, Margherita Laterza, Benedetta Cimatti, Gigio Alberti, Elena Radonicich, Paolo Sassanelli, Anna Ferruzzo, Fausto Maria Sciarappa, Denis Fasolo
Regia di Andrea Molaioli
Prodotto da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Claudia Aloisi per Cattleya in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 4 serate – Giallo

Eva Cantini, ispettrice di polizia, è una donna forte che, per paura di soffrire, vive la vita sempre all’attacco. Gioia Scuderi, la reginetta dai sogni infranti, è la più bella ragazza del paese che viene trovata morta in fondo al lago. Due donne lontane Eva e Gioia, eppure misteriosamente legate da un filo invisibile. Un omicidio che ha contorni pericolosi e ipnotici come le rive di quel lago. Un’alleanza tra donne diverse – un detective, un magistrato e un medico legale – per cercare la verità e dare giustizia a una ragazza diversa da tutte le altre, la cui unica colpa era amare e voler essere amata. Lo stesso desiderio che Eva per la prima volta si troverà a provare per un uomo che sembra giusto e che invece si rivela sbagliato. Bella da morire è una storia di uomini contro le donne, che scava nella carne e nelle paure della società di oggi. Un’indagine che esplora e scardina i pregiudizi e le convinzioni comuni, a partire da quelli della sua protagonista.


IO TI CERCHERÒ

Scritto da Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Monica Rametta, Massimo Bavastro Con Alessandro Gassmann, Maya Sansa, Andrea Sartoretti, Luigi Fedele Regia di Gianluca Maria Tavarelli
Una coproduzione Rai Fiction-Publispei, prodotta da Verdiana Bixio
Serie in 4 serate – Giallo

Io ti cercherò racconta l’indagine di un padre sul presunto suicidio del figlio. La ricerca della verità su una morte che non è ciò che sembra si rivelerà per Valerio una corsa a ostacoli per ottenere giustizia, ma anche l’ultima occasione per fare i conti con il proprio passato, come uomo e come padre. Una dolorosa rinascita per ritrovare un legame che nemmeno la morte può spezzare. Un padre e un figlio. Valerio è un ex-poliziotto disilluso, espulso dalla Polizia in circostanze poco chiare; lavora come benzinaio di una piccola città del centro Italia, dove si è trasferito per lasciarsi tutto alle spalle. Ettore, ventitré anni, è un ragazzo ribelle e idealista il cui corpo senza vita viene ritrovato sulle rive del Tevere. La morte del giovane è subito archiviata dalle autorità come suicidio. È un dolore immenso per Valerio: i rapporti con suo figlio erano diventati difficili negli ultimi tempi, il carattere impetuoso di entrambi aveva creato una distanza incolmabile. Quando Valerio è sul punto di rintanarsi una volta per tutte nella sofferenza dei ricordi, giunge inattesa la telefonata di una sua ex-collega, Sara. Secondo lei molte cose non quadrano nel suicidio di Ettore e troppe sono le stranezze nella ricostruzione dei fatti. Valerio decide di tornare a Roma per scoprire la verità sulla morte del figlio. Ospite in periferia a casa di suo fratello Gianni (anche lui poliziotto) e della cognata Lisa, torna a muoversi in quella città livida e aspra che ormai lo tratta come un estraneo. Ad aiutarlo nelle indagini c’è Sara, l’amore del passato che ha dovuto allontanare ma che non ha mai dimenticato; e Martina, la fidanzata di Ettore, che lo accompagna nel doloroso viaggio alla riscoperta del figlio: un ragazzo generoso e altruista, uno che la vita la amava con tutto se stesso e che di certo non si sarebbe mai ucciso. Valerio nel corso dell’indagine è anche costretto a fare i conti con il suo passato e con il tormentato rapporto con suo figlio. Ettore, anche se diverso, era come lui: un giovane uomo che lottava fino in fondo per le cose in cui credeva, che combatteva a testa alta contro le ipocrisie e le ingiustizie. Valerio scoprirà che proprio questa sete di verità ha portato Ettore vicino a persone che per proteggere i loro miseri interessi non hanno esitato a eliminarlo, come ora non esitano a fare di tutto affinché la verità non venga fuori.

ROCCO SCHIAVONE – TERZA STAGIONE

Scritto da Antonio Manzini e Maurizio Careddu
Tratto dal romanzo Fate il vostro gioco e dai racconti L’eremita e L’accattone di Antonio Manzini, editi da Sellerio Editore
Con Marco Giallini, Isabella Ragonese, Ernesto D’Argenio, Claudia Vismara, Christian Ginepro, Massimiliano Caprara, Gino Nardella, Alberto Lo Porto, Massimo Reale, Filippo Dini, Massimo Olcese, Lorenza Indovina, Valeria Solarino
Regia di Simone Spada
Una coproduzione Rai Fiction-Cross Productions-Beta Film, prodotta da Rosario Rinaldo Serie in 4 serate – Procedural

Approdano su Rai1, dopo il grande successo delle edizioni precedenti, le indagini del vicequestore Rocco Schiavone con quattro nuovi episodi. Le vicende prendono il via dal finale drammatico della seconda stagione. Rocco è in profonda crisi esistenziale per il tradimento di Caterina, l’unica persona a cui ha aperto il suo cuore. Sembra essere stato abbandonato anche dai suoi amici, che ormai vedono in lui più la figura dello “sbirro” che quella dell’amico. Rocco però va avanti e continua a indagare sulle umane disgrazie, che spesso coinvolgono gli ultimi, gli sconfitti. Preti che nascondono segreti, barboni che si azzuffano per una manciata di verdura lasciata sui marciapiedi del mercato, croupier che sul tavolo da gioco abbandonano più di qualche fiches. Dopo il ripudio da parte dei suoi amici di Roma e il tradimento di Caterina, Rocco comprende quanto sia amara la solitudine, appena consolato dalla presenza della dolce cagnolina Lupa e del giovane vicino di casa Gabriele, che Rocco cerca sempre di proteggere. A tenere alto il livello delle ‘rotture’ ci pensano come sempre gli stolidi poliziotti della sua squadra: D’Intino e Deruta, Casella, ma anche il giovane Italo Pierron, che sembra nascondere un segreto, e i litigi tra il medico legale Fumagalli e la responsabile della scientifica Michela Gambino – discussioni che assumono sempre più il carattere di impacciate schermaglie amorose. Poi ci sono le donne: che siano signore borghesi o prostitute, ma il ricordo della moglie Marina non lo abbandona mai.


IMMA TATARANNI – SOSTITUTO PROCURATORE

Scritto da Salvatore De Mola, Luca Vendruscolo, Mariolina Venezia, Michele Pellegrini, Pier Paolo Piciarelli Tratto dai romanzi Come piante tra i sassi, Maltempo, Rione Serra Venerdì di Mariolina Venezia, editi da Einaudi
Con Vanessa Scalera, Alessio Lapice, Massimiliano Gallo, Barbara Ronchi, Alice Azzariti, Carlo De Ruggeri, Ester Pantano, Antonio Gerardi, Monica Dugo, Dora Romano, Lucia Zotti, Carlo Buccirosso, Cesare Bocci, Giuseppe Zeno, Giorgio Colangeli, Tony Laudadio, Francesco Foti, Daphne Scoccia, Paolo Sassanelli, Michele De Virgilio, Nicola Rignanese
Regia di Francesco Amato
Una coproduzione Rai Fiction-ITV Movie, prodotta da Beppe Caschetto e Anastasia Michelagnoli Serie in 6 serate – Giallo, drama

Dai fortunati romanzi di Mariolina Venezia, il debutto su Rai1 di una nuova star che non può passare inosservato. Imma Tataranni non è un sostituto procuratore qualsiasi. È scomoda come a volte la verità e ostinata come una pianta che cresce tra i sassi. Imma non la puoi non notare. Per gli abiti maculati e colorati che indossa; per il passo deciso con cui guadagna i corridoi della Procura di Matera; per il suo andare dritto al sodo senza perdersi in chiacchiere, senza fare sconti a nessuno. Ed è così nei casi giudiziari come nel cambio di stagione; con i probabili colpevoli come col marito, la figlia, la suocera. Insomma, Imma non la puoi non ammirare. Di tempo da buttare lei non ne ha e non si perde mai d’animo. La vita non le ha regalato niente ed è per questo che non ama i privilegi e le scorciatoie, che infatti condanna ogni volta che può. È ovviamente incorruttibile, implacabile, dissacrante, ma non le mancano l’ironia, la compassione, la tenerezza. Imma vive a Matera: luogo arcaico rivolto al futuro, terra ricca di storie e cultura raccontate con fine ironia e ostinato attaccamento. In questo scenario naturale e umano, Imma indaga attorniata da una folla di personaggi curiosi, destreggiandosi tra il Procuratore capo, il bell’appuntato Calogiuri, il polemico anatomopatologo, i coloriti marescialli di zona, suocera, marito e figlia. Imma indaga per portare a galla la verità, a tutti i costi, dando vita a un giallo sui generis, divertente e pungente ritratto dell’Italia di oggi.

IL COMMISSARIO RICCIARDI

Scritto da Maurizio de Giovanni, Salvatore Basile, Doriana Leondeff, Viola Rispoli
Tratto dai romanzi Il senso del dolore, La condanna del sangue, Il posto di ognuno, Il giorno dei morti, Vipera, In fondo al tuo cuore di Maurizio de Giovanni, editi da Einaudi
Con Lino Guanciale, Serena Iansiti, Maria Vera Ratti, Antonio Milo, Enrico Ianniello, Fabrizia Sacchi, Nunzia Schiano, Peppe Servillo, Mario Pirrello, Adriano Falivene, Massimo De Matteo,
Susy Del Giudice, Marco Palvetti
Regia di Alessandro D’Alatri
Una coproduzione Rai Fiction-Clemart, prodotta da Massimo Martino Serie in 6 serate – Giallo, storico

Dal fortunatissimo ciclo di romanzi di Maurizio de Giovanni, tradotti in tutto il mondo, le indagini del commissario Ricciardi, una delle più innovative figure di detective del poliziesco italiano. Napoli, 1932. Luigi Alfredo Ricciardi ha trent’anni ed è commissario della Mobile. Catturare gli assassini è la vocazione e l’ossessione di Ricciardi, che si porta dentro un terribile segreto, una maledizione ereditata dalla madre: vede il fantasma delle persone morte in modo violento. Come si può invitare una donna a condividere la vita con un uomo tormentato dai fantasmi dei morti, che gli sussurrano per giorni e giorni il loro ultimo pensiero? Per questo Ricciardi si dedica in modo totalizzante al suo lavoro, indagando sui casi più spinosi e complicati. Gli manca la maggior parte degli strumenti usati oggi per risolvere i delitti, ma è dotato di straordinarie doti intuitive, di un’ossessiva tenacia ed è come guidato dalle ultime parole delle vittime, che sembrano sollecitarlo a cercare giustizia. Ricciardi è circondato da un’aura di mistero, che allontana i suoi colleghi: sia il diretto superiore, Garzo, sia i subordinati. Uniche eccezioni, il brigadiere Maione e il medico legale Modo, suoi stretti collaboratori: di loro si fida e li considera suoi amici. La sua solitudine, che divide con l’anziana tata Rosa, è scalfita dall’incontro con due donne, diverse ma ugualmente affascinanti. Una, Enrica, incarna la quieta normalità degli affetti familiari cui Ricciardi aspira; l’altra, Livia, rappresenta la sensualità e la passione, da cui si sente attratto. Quale delle due riuscirà a fare breccia nel cuore del commissario? Una potente contaminazione di generi – poliziesco, mistery e soprannaturale – per un racconto coinvolgente che, sullo sfondo di una Napoli in chiaroscuro, indaga sul senso ultimo della vita e del dolore.


NERO A METÀ 2

Scritto da Donatella Diamanti, Maria Grazia Cassalia, Francesca De Lisi
Con Claudio Amendola, Miguel Gobbo Diaz, Fortunato Cerlino, Rosa Diletta Rossi, Nicole Grimaudo, Angela Finocchiaro, Eugenio Franceschini, Antonia Liskova, Alessandro Sperduti, Margherita Vicario, Alessia Barela
Regia di Marco Pontecorvo, Luca Facchini
Una coproduzione Rai Fiction-Cattleya, prodotta da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz, Claudia Aloisi
Serie in 6 serate – Giallo, drama

Dopo i brillanti risultati della prima stagione, l’ispettore Carlo Guerrieri, con la sua carica di umanità e ironia, ritorna protagonista di un poliziesco metropolitano che racconta i colori e le contraddizioni dell’Italia contemporanea. Proprio quando la vita di Guerrieri sembra aver preso una piega tranquilla il destino si diverte a stravolgerla e lo costringe a rimettere tutto in discussione. Il giorno prima del suo matrimonio è, infatti, il testimone degli ultimi istanti di vita di un giovane poliziotto investito da un pirata della strada. Sembra una tragica fatalità, invece è solo l’inizio di una serie di omicidi misteriosamente collegati che giungono a minacciare tutta la squadra di Rione Monti. Marta, la madre del poliziotto investito, irrompe prepotentemente nella vita di Carlo chiedendogli aiuto nella ricerca della verità ma, in realtà, pretendendo molto di più. Per combattere un avversario abile e insidioso, Carlo deve allearsi con il suo miglior nemico: il giovane e ambizioso vice ispettore Malik Soprani. Ancora una volta i loro attriti e le loro differenze sollevano interrogativi sulla complessità delle scelte morali e contribuiscono alla risoluzione delle indagini. Il ritorno a Medicina Legale di Alba, la figlia di Carlo, sconvolge anche l’apparente tranquillità di Malik e lo spinge ad affrontare i propri sentimenti per la ragazza: quanto è disposto a rischiare per riconquistarla?

RAI1 – LE CONFERME

DON MATTEO 12

Scritto da Mario Ruggeri, Umberto Gnoli, Francesco Arlanch, Viola Rispoli, Alessandro Sermoneta
Con Terence Hill, Nino Frassica, Nathalie Guetta, Maria Chiara Giannetta, Maurizio Lastrico, Pamela Villoresi, Dario Aita
Regia di Raffaele Androsiglio, Alexis Sweet
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction Serie in 10 serate – Giallo, commedia

Dopo il successo delle precedenti stagioni, a venti anni dal suo esordio su Rai1, torna Don Matteo e si rinnova ancora, proponendo dieci film da 100’ che hanno come tema conduttore i dieci comandamenti. Al centro sempre Don Matteo, la Capitana e il Maresciallo Cecchini, un triangolo capace di creare un racconto dove risate, emozioni e commozione convivono, dando vita ad un mondo unico. Accanto a loro, in ogni puntata, importanti guest star, tra cui anche Tommasi. Tante le novità: avevamo lasciato Anna e Marco felici e innamorati, pronti a impegnarsi e cambiare l’una per l’altro. Ma le cose non vanno sempre come si desidera. Lo sa bene Anna che, delusa dal comportamento del PM Nardi, mette in dubbio il loro amore. Sono davvero fatti l’una per l’altro? A complicare le cose, l’arrivo a Spoleto di Sergio, un trentenne affascinante e misterioso dal passato oscuro, che spinge Anna ulteriormente in crisi. In canonica, Sofia fa i conti con una situazione difficile, che la costringe a confrontarsi con una realtà più grande di lei legandola indissolubilmente a Jordi, un ragazzo della sua scuola emarginato e bullizzato, ma che sembra disposto a tutto per realizzare il suo sogno, il ballo. E se Sofia deve crescere, Ines, una bambina di sei anni con una storia dolorosa alle spalle, deve imparare a vivere con spensieratezza la sua infanzia e, con l’aiuto di Don Matteo, Anna e Marco, a fare pace col suo passato. Don Matteo come sempre rimane per tutti un punto di riferimento anche nelle situazioni più critiche, capace di infondere una vera speranza.


UN PASSO DAL CIELO 5

Scritto da Mario Ruggeri
Con Daniele Liotti, Enrico Ianniello, Pilar Fogliati, Matteo Martari, Gianmarco Pozzoli, Rocio Munoz Morales, Beatrice Arnera, Jenny de Nucci, Matteo Giuggioli
Regia di Jan Michelini, Raffaele Androsiglio, Cosimo Alemà
Prodotto da Luca e Matilde Bernabei per Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction Serie in 10 serate – Giallo, drama

Torna su Rai1 Francesco Neri, il comandante della Forestale di San Candido. Lo abbiamo lasciato a guardare il cielo sulla sua casa sospesa sul lago di Braies, accanto a Emma Giorgi, la donna che ama. Un grande happy end se non fosse che in questa nuova stagione ritroveremo Neri da solo, senza Emma e in compagnia di una nuova donna. Che fine ha fatto Emma? La ritroviamo in carcere a parlare con il Maestro, l’uomo che ha ucciso la moglie di Neri. Perché parla con lui chiedendo il suo aiuto? Il Maestro sembra disposto a tutto per vendicarsi del forestale, anche a colpirlo negli affetti più profondi, portandogli via la cosa più preziosa: suo figlio. Un figlio scomparso che Francesco non sapeva neanche di avere. Torna anche Vincenzo Nappi. Il nostro poliziotto sta diventando padre. È il momento più felice della sua vita. Peccato che Eva invece non riesca nemmeno a prendere in braccio la figlia appena nata. È solo un momento di stanchezza dopo il parto? Nappi sembra essere nato per la paternità, ma Eva è pronta a fare la madre e a crescere insieme a lui la bambina? Oppure vuole fare altro della sua vita? Ed è proprio in questo momento di difficoltà che entra in scena Valeria Ferrante, una nuova forestale dal passato burrascoso che si trasferisce a vivere, insieme a Vincenzo e alla bambina, nella foresteria della caserma. Valeria dovrà prendersi cura della nipote Isabella, un’adolescente timida e ingenua. E così la foresteria diventerà la casa di una strana famiglia allargata che porterà sorrisi, incomprensioni e, per Vincenzo, forse qualcosa in più.

RAI 1 – SERIALITÀ DAILY

IL PARADISO DELLE SIGNORE DAILY – SECONDA STAGIONE

Scritto da Anna Mittone, Paolo Girelli, Dante Palladino, Cristiano Testa
Con Alessandro Tersigni, Roberto Farnesi, Giorgio Lupano, Vanessa Gravina, Gloria Radulescu Regia di Isabella Leoni, Marco Maccaferri, Riccardo Mosca, Francesco Pavolini Produzione esecutiva: Daniele Carnacina
Una coproduzione Rai Fiction-Aurora Tv, prodotta da Giannandrea Pecorelli
Serie daily in 160 puntate

Dopo il grande successo di pubblico della precedente stagione torna l’appuntamento quotidiano con Il Paradiso delle Signore Daily. Si riconferma la centralità del tema dell’emancipazione femminile, con personaggi impegnati tanto ad affermarsi sul piano professionale quanto nella vita privata. Il grande magazzino per signore più amato di Milano riapre dopo la pausa estiva del 1960. Gabriella, formatasi a Parigi, diventa la stilista del Paradiso delle Signore e attraversa una crisi nel suo rapporto con Salvatore. Roberta, invece, è completamente travolta dalla passione per Marcello Barbieri, un giovane spericolato così diverso dal suo fidanzato Federico, prossimo a rientrare a Milano. L’amore irrealizzabile tra Nicoletta e Riccardo, come anche l’aperto conflitto col padre Umberto, determinano nel rampollo Guarnieri una crisi esistenziale che lo porta a diventare un uomo cinico e spregiudicato, capace di rimettersi in gioco con un nuovo amore per la giovane Angela. Mentre l’alleanza tra Umberto Guarnieri e Adelaide sembra destinata a consolidarsi ulteriormente, Vittorio e Marta – che hanno coronato il loro amore con il matrimonio – vivono il dramma dell’impossibilità di avere figli. La famiglia Amato si prepara ad accogliere un cugino siciliano, Rocco, che affronterà il suo processo di emancipazione nel moderno ambiente milanese mentre Agnese vivrà un’autentica rinascita, innamorandosi del capo magazziniere Armando. A casa Cattaneo un evento imprevisto metterà nuovamente in discussione il rapporto tra Luciano e Silvia.


RAI 1 – TV MOVIE

I RAGAZZI DELLO ZECCHINO D’ORO

Scritto da Ambrogio Lo Giudice, Anna Pavignano, Carlotta Veroni
Con Matilda De Angelis, Maya Sansa, Antonio Gerardi, Valentina Cervi, Simone Gandolfo
Regia di Ambrogio Lo Giudice
Una coproduzione Rai Fiction-Compagnia Leone Cinematografica, prodotta da Francesco e Federico Scardamaglia
Tv movie – Commedia

Bologna, anni‘60. Mimmo, nove anni, è un bambino molto vivace e poco incline allo studio. Figlio di immigrati meridionali, alla scuola preferisce la vita di strada in compagnia di suo fratello maggiore Sebastiano. Quando il bambino viene sospeso da scuola dopo l’ennesima marachella, mamma Ernestina, disperata, lo porta a un provino per un concorso canoro. Mimmo non si applica, fa fatica nella lettura e nella scrittura, ma c’è una materia in cui eccelle: la musica. Quello che ancora nessuno sa è che quel provino è l’inizio di uno spettacolo destinato a entrare nella storia: lo Zecchino d’Oro. Mimmo viene preso insieme ad altri bambini di ogni provenienza e classe sociale. Fra questi, Gaetano, figlio di un carabiniere e di una madre ambiziosissima, e Caterina, figlia di importanti imprenditori. I tre diventano presto inseparabili e, sotto la guida della giovane Mariele Ventre, sempre più bravi. Dopo lo spettacolo, però, tutto torna come prima e i bambini riprendono la loro vita di sempre, tristi perché non canteranno più insieme. Mariele, dispiaciuta per aver “abbandonato” i suoi ragazzi, decide allora di formare un coro stabile, che sia una vera e propria scuola di musica e di vita: il Piccolo Coro dell’Antoniano.

ENRICO PIAGGIO

Scritto da Francesco Massaro, Roberto Jannone, Franco Bernini
Con Alessio Boni, Violante Placido, Francesco Pannofino, Enrica Pintore, Beatrice Grannò, Moisé Curia, Roberto Ciufoli
Regia Umberto Marino
Una coproduzione Rai Fiction-Moviheart, prodotta da Massimiliano La Pegna
Tv movie – Biografico

Pontedera, 1945. La fabbrica di Piaggio è in macerie. Piaggio avverte l’enorme responsabilità che grava sulle sue spalle: la vita di tante famiglie dipende dalla sua capacità di creare nuovo lavoro. Inizia a formarsi nella sua mente un progetto, un sogno: realizzare un mezzo di trasporto piccolo, agile ed economico, capace però di rilanciare la mobilità e dare impulso alla ripresa. La strada dell’affermazione, per Piaggio e per la sua creatura, è irta di ostacoli. Un avido finanziere, Rocchi- Battaglia, ricorre a ogni mezzo per impossessarsi della fabbrica. Piaggio capisce che il suo scooter può e deve diventare “l’icona della rinascita” così, quando viene a sapere che il regista americano William Wyler girerà in Italia Vacanze romane, manda Suso, una giovane e talentuosa impiegata dell’ufficio réclame, a prendere contatto con lui per convincerlo a fare della Vespa la “carrozza di Cenerentola” su cui far viaggiare i due giovani e innamorati protagonisti. La storia di un imprenditore di successo e di un bene di consumo diventato icona, emblema del made in Italy nel mondo e di un paese che, dopo la tragedia della guerra, vuole rialzare la testa e farsi riconoscere per le sue qualità.


RAI1 – DOCUFICTION

GIORGIO AMBROSOLI – IL PREZZO DEL CORAGGIO

A cura di Cosetta Lagani
Scritto da Pietro Calderoni, Laura Colella, Ivan Russo
Con Alessio Boni, Claudio Castrogiovanni, Dajana Roncione, Fabrizio Ferracane Con la collaborazione di Umberto Ambrosoli
Regia di Alessandro Celli
Prodotto da Simona Ercolani per Stand By Me in collaborazione con Rai Fiction Docufiction – Biografico

«Pagherò a caro prezzo l’incarico: lo sapevo prima di accettarlo e quindi non mi lamento affatto perché per me è stata un’occasione unica di fare qualcosa per il Paese». L’11 luglio 2019 saranno passati quarant’anni dal giorno dell’assassinio dell’eroe borghese Giorgio Ambrosoli, l’avvocato milanese incaricato di liquidare la Banca Privata Italiana, ucciso su mandato del banchiere Michele Sindona al termine di una lotta impari durata cinque anni. L’obiettivo della docufiction è di raccontare una storia che è ancora oggi un esempio incredibilmente attuale di quanto sia appagante costruire con la propria vita la società in cui si desidera vivere. Giorgio Ambrosoli era un uomo normale ed eroico al tempo stesso, che amava la sua famiglia, che aveva un lavoro a cui si dedicava con passione, che credeva nel significato della responsabilità e della legalità, al punto da metterle al di sopra della sua stessa sicurezza. La storia è raccontata da un punto di vista inedito, quello del suo collaboratore più stretto, il maresciallo Silvio Novembre, voce fuori campo che ripercorre le parole tratte dal suo stesso articolo Le fatiche della legalità, conducendoci in un racconto in cui si integrano scene di finzione, inserti di repertorio e interviste inedite, tra cui la testimonianza diretta del figlio Umberto Ambrosoli.

STORIA DI NILDE

Scritto da Salvatore De Mola con la collaborazione di Marco Dell’Omo e di Emanuele Imbucci Con Anna Foglietta
Regia di Emanuele Imbucci
Prodotto da Gloria Giorgianni con Tore Sansonetti e Carlotta Schininà
per Anele in collaborazione con Rai Fiction
Docufiction – Biografico

La Rai continua a raccontare le figure istituzionali che hanno dato un contributo fondamentale alla storia della nostra Repubblica e della nostra società. È il caso di Nilde Iotti, una delle ventuno donne che hanno partecipato alla Costituente nel 1946 e prima donna ad essere eletta Presidente della Camera dei Deputati, carica che ricoprirà ininterrottamente dal 1979 al 1992. Intrecciando ricostruzione, materiale di repertorio e interviste, tra cui quella all’ex Presidente della Repubblica e Senatore a vita Giorgio Napolitano, il racconto ripercorre le tappe fondamentali della biografia di Nilde Iotti, dall’adesione alla Resistenza alla partecipazione all’Assemblea Costituente, dove fece valere alcune importanti istanze progressiste che caratterizzeranno la sua identità politica, come la proposta di far accedere le donne alla Magistratura. Nello stesso periodo ha inizio la sua relazione sentimentale con Palmiro Togliatti, Segretario del Partito Comunista Italiano. Una storia d’amore complicata dalle circostanze, sia perché Togliatti è sposato, sia perché l’opinione pubblica, anche quella apparentemente più progressista, mostra forti resistenze moralistiche nell’accettare un sentimento nato al di fuori dal matrimonio. Con la convivenza e poi l’adozione della piccola Marisa Malagoli, sorella di un operaio morto durante una manifestazione – preziosa testimone delle vicende – Nilde Iotti e Palmiro Togliatti costituiscono la loro famiglia. Ma è dopo la morte di Togliatti, avvenuta nel 1964 che si collocano le battaglie più significative dell’azione politica di Nilde Iotti. Nel 1974, motivata da una spiccata sensibilità per gli umori e le idee che circolano nel Paese e dal suo coraggioso progressismo, la Iotti ha il merito di convincere un perplesso Enrico Berlinguer a schierare il Partito Comunista per il no al referendum abrogativo della Legge sul divorzio. Lo stesso Berlinguer le chiederà, pochi anni più tardi, di diventare la prima donna a ricoprire il ruolo di Presidente della Camera: elezione che sancisce una tappa fondamentale nella trasformazione sociale del Paese per cui hanno lottato e lottano tante straordinarie donne italiane.


PIAZZA FONTANA. IO RICORDO

Scritto da Franco Bernini con la collaborazione di Giovanni Filippetto e Francesco Miccichè Con Giovanna Mezzogiorno
Regia di Francesco Miccichè
Una coproduzione Rai Fiction-Aurora Tv, prodotta da Giannandrea Pecorelli
Docufiction – Storico

Milano, 12 dicembre 1969. Una bomba esplode all’interno della sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura a Piazza Fontana. I morti sono diciasette e ottantotto i feriti. L’Italia è sconvolta da un atto criminoso che, a più di vent’anni dalla fine della guerra, torna ad uccidere degli innocenti, gente comune e persone perbene che si trovano all’interno della banca in occasione del tradizionale venerdì di contrattazione degli agricoltori della zona. Tra di loro c’è anche Pietro Dendena, che resta ucciso nell’esplosione. Se possiamo oggi raccontare questa storia è soprattutto grazie a sua figlia Francesca, che allora aveva solo diciassette anni e che per il resto della sua vita ha lottato insieme ai parenti delle vittime per dare un nome ai responsabili di quell’eccidio e stabilire la verità su quanto accaduto quel pomeriggio di cinquanta anni fa. Le sue parole ci consentono di ripercorrere le tappe di un iter processuale lungo e complesso, articolato in più sentenze, che alla fine – colpa dei numerosi e purtroppo efficaci depistaggi – non è riuscito a stabilire chi siano stati gli effettivi responsabili della strage, ma che ha chiarito un’importante verità storica: la strage di Piazza Fontana fu l’atto inaugurale della strategia della tensione con la quale forze eversive, con la collaborazione occulta di membri deviati dello Stato, cercarono di destabilizzare le istituzioni democratiche per favorire una svolta autoritaria in Italia. Un contributo alla memoria storica del Paese che s’intreccia in modo intimo con l’amore di una figlia per suo padre.

RAI2 – SERIE

IL CACCIATORE – SECONDA STAGIONE

Scritto da Marcello Izzo, Silvia Ebreul, Fabio Paladini
Liberamente tratto da Il Cacciatore di Mafiosi di Alfonso Sabella, edito da Mondadori
Con Francesco Montanari, Miriam Dalmazio, Edoardo Pesce, Francesco Foti, Alessio Praticò, Marco Rossetti, Roberto Citran, Francesca Inaudi, Gaetano Bruno
Regia di Davide Marengo
Prodotto da Rosario Rinaldo per Cross Productions, Beta Film in collaborazione con Rai Fiction, Serie in 4 serate – Crime

Nuove puntate per la serie crime che ha brillato anche all’estero ottenendo il prestigioso premio nella categoria Best performer alla prima edizione di CanneSéries – Cannes International Series Festival. Non ha ancora avuto il tempo di realizzare la cattura di Leoluca Bagarella che Saverio Barone, procuratore antimafia di base a Palermo, scopre il nascondiglio di Giovanni Brusca e, certo che il piccolo Giuseppe di Matteo sia ancora vivo, si mette sulle tracce del mafioso Giuseppe Monticciolo, uomo fidatissimo di Brusca. Non sa che Brusca, sentendosi il fiato degli inquirenti sul collo, ha preso la sua decisione: ordina a Enzo e Vittorio Chiodo di liberarsi di Giuseppe Di Matteo. La notizia della morte del bambino fa riemergere in Saverio gli impulsi, l’avventatezza e la furia. Adesso Saverio ha un solo scopo e lo perseguirà costi quel che costi: catturare i fratelli Brusca e i loro gregari.


VOLEVO FARE LA ROCKSTAR

Scritto da Giacomo Bisanti, Matteo Visconti, Alessandro Sermoneta, Andrea Agnello, Daniela Gambaro, Matteo Oleotto, Valentina Santandrea
Headwriter della serie Alessandro Sermoneta
Con Giuseppe Battiston, Valentina Bellè, Angela Finocchiaro, Emanuela Grimalda, Riccardo Maria Manera, Alessia Debandi, Lorenzo Adorni, Teco Celio, Sara Lazzaro, Margherita Morchio, Matteo Lai, Ernesto D’Argenio, Fabrizio Costella, Davide Iacopini, Caterina Baccicchetto, Viola Mestriner, Diego Ribon, Anita Kravos
Regia di Matteo Oleotto
Una coproduzione Rai Fiction-Pepito Produzioni, prodotta da Maria Grazia Saccà Serie in 6 serate – Family comedy

Olivia è una ragazza di ventisette anni in crisi esistenziale. Nella vita ha fatto tutto di corsa: prima delusione amorosa a sedici anni, in contemporanea con la prima gravidanza e poi un lavoro (visto che Nadja, sua madre, è una fricchettona persa) per diventare adulta e responsabile, per crescere da sola le sue due gemelle, Emma e Viola, e un fratello a dir poco scansafatiche e manipolatore, Eros, che nasconde a tutti di essere gay. Un incidente quasi mortale, però, le apre gli occhi sul fatto che la vita è una sola e che forse lei, in tutta questa fretta, si è persa dei passaggi. Olivia inizia a chiedersi se sia ancora in tempo per recuperare. Come un brutto raffreddore, i dubbi esistenziali di Olivia vanno a infettare tutte le persone che ha attorno, portandoli a fare e farsi domande scomode: chi è il misterioso padre delle bambine? Come è possibile fare coming out se non ti sei accettato tu per primo? Come si perdonano gli errori del passato? E come si dimostra di essere cambiati? Con i toni accesi della commedia brillante e scorretta, Volevo fare la rockstar racconta un punto di vista femminile sulla crescita e sulla maturità, ma anche una provincia italiana impoverita dalla crisi, autentica e vitale. La storia di una famiglia disfunzionale in cerca di equilibrio, ma anche un mondo insolito, quello tra i venti e trent’anni, in cui i ragazzi si devono confrontare con un mondo complesso e difficile. Nel vorticoso mare di dubbi ed errori, Olivia inizia a vivere tutto ciò che si è persa negli anni da mamma: l’innamoramento, il sesso e l’amore. E poco importa se quest’ultimo si presenta nei panni di Francesco, uno scorbutico padre di famiglia in formato extralarge.

MARE FUORI

Scritto da Maurizio Careddu, Cristiana Farina, Giuseppe Fiore, Luca Monesi, Paolo Piccirillo Con Carmine Recano, Carolina Crescentini, Valentina Romani
Regia di Carmine Elia
Una coproduzione Rai Fiction-Picomedia, prodotta da Roberto Sessa
Serie in 6 serate – Drama

C’è chi sbaglia senza volerlo, chi con premeditazione e chi pensa che l’errore sia farsi arrestare e non quello di commettere il crimine. Quando si è adolescenti tutto è relativo. Il confine tra bene e male è spesso labile come un filo sottile sul quale si vuole camminare per mettersi alla prova, per soddisfare tutti i propri desideri, senza paura. L’IPM (Istituto di Pena Minorile) ospita i ragazzi che sbagliano. Filippo è un giovane borghese, figlio e studente modello che in seguito a una notte brava uccide per uno scherzo finito male il suo migliore amico. Carmine, un ragazzo di Secondigliano, ha provato a fuggire da un destino già scritto che lo avrebbe costretto a una vita criminale, ma invano. Edoardo, un piccolo grande boss di sedici anni, aspetta già un figlio dalla sua ragazza. Ciro sogna di diventare il padrone di Napoli partendo da quel carcere. Insieme a loro ci sono gli adulti che governano la struttura: Paola, l’ambiziosa direttrice; Massimo, l’appassionato comandante di Polizia Penitenziaria; Beppe, educatore idealista, che si batte per il loro futuro. Tutti cercano ogni giorno di aprire una piccola finestra su un futuro diverso da quello che quei ragazzi sono convinti debba essere il loro. Tra minacce, amori, fughe, esami di scuola, partite di pallone, risse, cadute all’inferno e inaspettate resurrezioni, la vita dentro l’IPM ha le sue regole, le sue alleanze, le sue leggi. E quando vivi in una cella che si affaccia sul mare e quel mare ogni giorno ti regala il vento e i suoi profumi è molto più difficile dire addio alla libertà.


RAI3 – SERIE 

UN POSTO AL SOLE

Scritto da Paolo Terracciano
Con Patrizio Rispo, Riccardo Polizzy Carbonelli, Marzio Honorato, Marina Giulia Cavalli, Marina Tagliaferri, Nina Soldano, Peppe Zarbo, Claudia Ruffo, Alberto Rossi, Germano Bellavia, Luca Turco, Michelangelo Tommaso, Luisa Amatucci
Regia di Stefano Amatucci, Albero Bader, Cristiano Celeste, Giosuè De Falco, Bruno De Paola, Gerardo Gallo, Monica Massa, Bruno Nappi, Vincenzo Pirozzi
Una coproduzione Rai Fiction-Fremantle, prodotta da Lorenzo Mieli,
in collaborazione con Direzione Produzione TV – Centro Produzione Rai di Napoli
Serie daily in 250 puntate

Con oltre 5300 puntate in onda, il daily drama più longevo della Rai inizia la sua ventiquattresima stagione. Ambientata a Napoli nell’elegante quartiere di Posillipo, la serie racconta le appassionanti vicende degli abitanti di Palazzo Palladini. Tutti, nella varietà di caratteri e aspirazioni che esprimono, garantiscono un racconto sempre ricco e avvincente, fortemente legato a temi sociali importanti e di stringente attualità: dalla violenza sulle donne all’affido famigliare, dalla donazione degli organi all’emergenza lavoro. Nel racconto attento e originale della nostra società, Un posto al sole esprime un mondo valoriale in cui la famiglia assume un ruolo centrale e la condivisione delle difficoltà una rassicurante consuetudine di parenti e amici. Il consolidato impianto narrativo si articola in un singolare intreccio di generi – romance, comedy e drama – che garantisce da anni un felice esempio di gradimento e fedeltà da parte del pubblico televisivo.

DOTTORI IN CORSIA 2019 – OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESÙ

Un programma di Simona Ercolani a cura di Davide Acampora
Scritto da Simona Iannicelli, Eleonora Orlandi
Con Federica Sciarelli
Regia di Michele Imperio
Prodotto da Simona Ercolani per Stand By Me in collaborazione con Rai Fiction Serie in 8 serate – Docu

Le porte dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù si aprono ancora una volta alle telecamere per raccontare storie di vita e di speranza. In questa edizione si narrano gli eventi che animano la vita di quattro reparti: oncoematologia, cardiologia, chirurgia dei trapianti e neonatologia. La serie segue il lavoro dei diversi staff medici e del personale sanitario, raccontando come la vita nelle corsie si intrecci in modo indissolubile con la storia delle famiglie che, ogni giorno, affrontano la sfida della malattia e del percorso di cura. Un accento particolare sarà dedicato alle sfide della ricerca e ai nuovi protocolli di cura. La grande novità di questa edizione è la presenza di una conduttrice, Federica Sciarelli, che accompagnerà il pubblico tra i reparti del Bambino Gesù. Sarà lei a guidare il racconto, a intervistare i protagonisti e a parlare con loro nei momenti importanti. Un’altra novità è che i primi due episodi saranno trasmessi in un’unica serata di prime time e i restanti sette episodi in seconda serata.


BOEZ – ANDIAMO VIA

Scritto da Roberta Cortella, Paola Pannicelli
Con Omar Ben Aoun, Maria Cristea, Francesco Dinoi, Alessandro Paglialonga, Matteo Santoro, Francesco Tafuno, Ilaria D’Appollonio (educatrice di comunità),
Marco Saverio Loperfido (guida escursionistica)
Regia di Roberta Cortella, Marco Leopardi
Una coproduzione Rai Fiction-Stemal Entertainment, prodotta da Donatella Palermo
Con la collaborazione del Ministero della Giustizia – Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità Serie in 10 puntate – Docu

La serie/documentario racconta il viaggio a piedi di sei ragazzi condannati per aver infranto la legge ed in regime di detenzione, interna ed esterna. Un viaggio/pellegrinaggio lungo la via francigena che mette in atto un nuovo dispositivo di recupero, una pena alternativa già presente in altri paesi europei e che abbatte notevolmente le percentuali di recidiva. Si tratta di un programma sperimentale che in Italia è stato realizzato dalla Rai in collaborazione con il Ministero della Giustizia, che ha creato i presupposti indispensabili all’attuazione del progetto, finalizzato a rieducare i ragazzi “difficili” attraverso l’esperienza terapeutica e formativa del cammino; un percorso che porta con sé una serie di componenti educative e simboliche. Il programma esplora e verifica la possibilità di inserire il cammino come strumento di riscatto e pratica possibile nel sistema penitenziario italiano. Scarponi ai piedi e zaino in spalla, il gruppo di condannati intraprende un cammino che parte da Roma, dal Colosseo fino a Santa Maria di Leuca, punta estrema dello Stivale. Cinquantasei giorni di notevole impegno fisico, regole da seguire, apprendimento di nuove modalità di relazione; cinquantasei giorni di incontri, riflessioni sul passato, sulla colpa e il riscatto, sul perdono, sulla solitudine e la perdita degli affetti profondi di chi sceglie la strada della malavita, di ricordi ed emozioni. Tappa dopo tappa, assistiti dal lavoro di una educatrice con esperienza di dinamiche di gruppo e da una guida esperta nei percorsi di lunga distanza a piedi, i nostri protagonisti lasciano emergere sogni, desideri ed aspirazioni soffocati o repressi da un destino avverso e dalle devianze. Ed il messaggio che emerge è forte e chiaro: la rinascita è possibile anche quando sembra non esserci via di uscita.

RAIPLAY – SERIE 

IL NIDO

Scritto da Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo, Sandrone Dazieri, Valter Lupo, con la collaborazione di Gianluca Bomprezzi
Con Giorgio Tirabassi, Anita Caprioli, Thomas Trabacchi, Valeria Bilello
Regia di Giacomo Ciarrapico, Luca Vendruscolo
Una produzione Rai Fiction – Italian International Film, prodotta da Fulvio e Paola Lucisano Serie in 12 puntate da 30’ – Commedia

Michele, un avvocato civilista tanto abile quanto privo di scrupoli, sceglie come domicilio coatto l’abitazione dell’ex moglie Eleonora per sfuggire alla carcerazione provvisoria in attesa del processo che lo vede imputato per corruzione. Eleonora, però, ha fatto una scelta radicale. Dopo la fine del loro matrimonio, ha dato vita a un progetto utopico di cui è amministratrice: il cohousing “Il Nido”, costruito in un’area ex industriale ristrutturata e suddivisa in loft e appartamenti con l’investimento di una trentina di nuclei famigliari. Un micro villaggio nella periferia di Roma, dove si pratica uno stile di vita a impatto zero sull’ambiente e dove tutte le decisioni vengono prese collegialmente condividendo spazi e attività. Inutile dire che per Michele “Il Nido” è l’opposto di quello che, da cinico individualista qual è, considera una vita sensata. Con l’ex moglie sono subito scintille: Michele le regala il suo sarcasmo e, contemporaneamente, la corteggia per ingelosire il suo nuovo compagno Riccardo, un uomo solido, socio di una ditta che si occupa di commercio equo e solidale. La situazione cambia quando sulle sorti del cohousing piomba una notizia ferale: il complesso abitativo ha le ore contate. Il terreno su cui sorge, infatti, è stato contaminato dalla precedente attività industriale e, senza una costosa bonifica, dovrà essere sgomberato entro pochissimo tempo. Per Michele sarebbe un disastro, perché significherebbe il trasferimento in carcere. Perciò, dopo l’iniziale disinteresse per “Il Nido”, la sua missione diventa salvarlo a tutti i costi e con ogni mezzo. Una commedia metropolitana, una sfida sulla conoscenza dei mondi degli altri raccontata con uno stile spettinato e moderno. Dopo il box set in esclusiva su Rai Play la serie andrà in onda su Rai2.


PASSEGGERI NOTTURNI

Scritto da Salvatore De Mola, Francesco Carofiglio, Claudia De Angelis, Riccardo Grandi con la supervisione editoriale di Gianrico Carofiglio
Tratto dai racconti di Gianrico Carofiglio contenuti nelle raccolte Passeggeri Notturni (Einaudi editore) e Non esiste saggezza (Rizzoli editore)
Con Claudio Gioè, Nicole Grimaudo, con la partecipazione di Gian Marco Tognazzi, Marta Gastini, Giampiero Judica, Paolo De Vita, Alessio Vassallo, Caterina Shulha, Ivana Lotito, Giorgio Musemeci, Francesca Figus, con Alessandro Tiberi e con Paolo Sassanelli
Regia di Riccardo Grandi
Prodotto da Gloria Giorgianni con Tore Sansonetti e Carlotta Schininà per Anele in collaborazione con Rai Fiction
Serie in 10 puntate da 13’ circa – Drama

Ogni sera gli ascoltatori di RadioFuturo si sintonizzano per seguire una trasmissione di grande successo: con la sua voce avvolgente e il suo carisma, Enrico intrattiene il suo pubblico raccogliendo le storie di chi telefona in diretta. Una sera riceve la telefonata di Sabrina, un’ascoltatrice fedele ma timidissima, che ha trovato il coraggio di chiamare per la prima volta: Sabrina racconta di essere stata segnata da un profondo dolore che ha avuto conseguenze disastrose sui suoi rapporti con gli altri. Enrico decide di intervenire e la spinge a dire di no per la prima volta. Poche notti dopo, mentre rientra in treno da Milano a Bari, Enrico fa uno strano incontro: accanto a lui prende posto Valeria, una donna molto affascinante, che Enrico intuisce nascondere qualcosa. Il mistero di quella donna si ripercuote sulla vita lavorativa di Enrico: i racconti in trasmissione sembrano tutti fare riferimento a lei e gli riportano alla mente quella conversazione a malapena accennata. Nel frattempo, Enrico riceve la visita di Nicola, un amico poliziotto, che sta indagando sul suicidio di Sabrina. Tormentato dal senso di colpa, Enrico si reca al funerale della ragazza ed è lì che inaspettatamente ritrova Valeria. Insieme i due indagheranno sulle ultime settimane di vita della sfortunata giovane.

Daydreamer – Calendario e libro

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

luglio: 2019
L M M G V S D
« giu   ago »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting