TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Il Paradiso delle Signore: dal 10 settembre la fiction di Rai1 diventa una soap quotidiana

il-paradiso-delle-signore-cover

Il Paradiso delle Signore (daily), dal 10 settembre – dal lunedì al venerdì – alle 15.30 in prima visione su Rai1. Il 1960 è alle porte. Manca solo qualche mese, ma l’aria frizzante del rinnovamento e del boom economico si respira già da qualche tempo in tutto il Bel Paese.  


L’estate è finita e a Milano sta per riaprire il Paradiso delle Signore, per tutti ormai diventato il grande tempio italiano dell’eleganza e della moda, un punto di riferimento importante per le donne di tutte le età. E c’è grande attesa nel pubblico femminile, perché riaprire i battenti per il grande magazzino non è così scontato, visto l’emorme investimento economico che ciò comporta. Ma sono i tempi in cui i sogni si realizzano e non mortificano e, alla fine, la grande macchina del “Paradiso” ripartirà alla grande rappresentando e raccontando le donne, i loro valori e le loro aspirazioni. Ed è così che per un’altra appassionante stagione, il Paradiso delle Signore sarà il palcoscenico sul quale si svolgeranno grandi e piccoli avvenimenti, tra successi e delusioni, intraprendenza e coraggio, tra ricerca del cambiamento ed eredità del passato, tra regole e trasgressioni e ovviamente appassionanti intrecci d’ amore.

Il Paradiso delle Signore – Daily, una coproduzione Rai Fiction – Aurora Tv, prodotta da Giannandrea Pecorelli per Aurora Tv, per la regia di Isabella Leoni, Marco Maccaferri, Riccardo Mosca e Francesco Pavolini. Con Alessandro Tersigni, Alice Torriani, Roberto Farnesi, Gloria Radulescu, Enrico Oetiker, Vanessa Gravina e Giorgio Lupano e la direzione artistica di Daniele Carnacina. 180 puntate per un viaggio emozionante al femminile, con tante nuove storie, un cast rinnovato e un appuntamento che diventa quotidiano nel pomeriggio di Rai1.


La Produzione

Il Paradiso delle Signore ha come ambiente principale un grande magazzino che sorge al centro di Milano, una città che alla fine degli anni ’50 era il punto di incontro dell’industria, della finanza, del lavoro, della cultura e dove centinaia di migliaia di persone arrivavano da tutta Italia per cercare di realizzare i propri sogni. Uno degli aspetti che maggiormente sono stati apprezzati dal pubblico delle serie trasmesse è stato come il racconto dei protagonisti sia stato inserito nella vita quotidiana e nella Storia non solo italiana: questo elemento diventa il tessuto principale e fondativo della narrazione della nuova serie. I musicisti della serie sono gli stessi che hanno curato le musiche delle due serie prime time e alle loro composizioni si affiancheranno, come già avvenuto, delle canzoni dell’epoca. Dall’ideazione di ogni singolo episodio alla trasmissione, il lavoro è organizzato sulla base di un percorso che coinvolge centinaia di persone impiegate a tempo pieno, autori, registi, tecnici, attori. Le riprese principali della serie si svolgono negli studi Videa a Roma dove sono stati costruiti per l’occasione due teatri di 1.500 mq ciascuno, all’interno dei quali sono state montate le scenografie degli ambienti ricorrenti. Un teatro è occupato quasi esclusivamente dal Grande Magazzino, dagli uffici e dallo spogliatoio delle commesse, mentre nell’altro studio sono state costruite le case dei protagonisti e il Circolo esclusivo che sarà molto importante nello sviluppo delle storie. Sempre negli studi della Videa su una superficie di oltre 1.000 mq è costruito l’esterno e l’ingresso del Paradiso, con la strada e le entrate di altri edifici, con l’aggiunta per questa serie, di un caffé elegante luogo di ritrovo delle commesse e della città. Sono state adattate in chiave di ambientazione milanese anche altre costruzioni esterne preesistenti. Molti episodi prevedono delle scene ambientate in alcuni luoghi identificabili di Milano, tanto che le riprese della nuova serie sono iniziate in Galleria in Piazza Duomo. La suddivisione delle scenografie nei teatri è fondamentale per la scrittura e le riprese che sono equamente divise tra gli ambienti presenti nei due studi e in esterno. Il direttore artistico e produttore esecutivo coordina il lavoro di 4 registi che si alternano nelle fasi di preparazione, riprese, montaggio e post produzione. Il piano di lavorazione prevede un’organizzazione del lavoro articolata su due blocchi di 5 episodi ciascuno da realizzare in 2 settimane di ripresa, con 2 troupe che lavorano contemporaneamente a cui si aggiunge, saltuariamente, una terza troupe. Nelle due settimane successive i due registi supervisionano il montaggio e curano la preparazione delle puntate che dovranno iniziare successivamente. Altrettanto articolato il processo di scrittura che vede impegnato un team di ben 25 professionisti per realizzare nel corso di 3 settimane 2 blocchi di 10 puntate. Le sceneggiature dopo essere approvate dai coproduttori e dal direttore artistico vengono poi lavorate dai planner, dalla produzione, dai reparti costume e scenografia, dai casting e successivamente consegnate alla regia e agli attori. Il Paradiso delle Signore daily ha 20 attori fissi, di cui due sono stati già protagonisti delle serie precedenti. A loro si aggiungono una decina di ruoli minori fissi e altrettanti attori che interpretano personaggi che intervengono in blocchi di puntate. Un lavoro molto complesso che permetterà di realizzare in 9 mesi 180 ore per raccontare la vita, i sentimenti, le passioni, le aspirazioni, i sogni di un Italia che stava crescendo.


La Storia

Milano, settembre 1959. Sono passati quasi tre anni dalla tragica morte di Pietro Mori e il suo migliore amico Vittorio Conti ha investito tutte le sue energie per continuare il suo sogno: riaprire il Paradiso delle Signore. Lasciata la carriera di brillante pubblicitario per Vittorio questa è la sfida più grande della sua vita. L’apertura del grande magazzino è resa possibile dal finanziamento della potente famiglia milanese dei Guarnieri, gente senza scrupoli disposta a tutto per ottenere ciò che vuole. Vittorio non sa ancora di essersi alleato con il suo peggior nemico: i Guarnieri sono coloro che ostacoleranno e minacceranno il successo della sua operazione, interessati al terreno sul quale sorge il Paradiso per un importante affare edilizio. Se sul fronte lavorativo la vita di Vittorio non è semplice, ancora meno lo è su quello sentimentale nel quale è sempre legato ad Andreina Mandelli. La madre Marisa Mandelli è accusata di essere stata la mandante nell’omicidio di Mori e per proteggerla Andreina subisce una condanna che la costringe a una latitanza forzata. Il rapporto fra i due procede clandestinamente, scandito da incontri segreti che non fanno altro che accrescere, giorno dopo giorno, il desiderio di poter stare insieme alla luce del sole e non doversi nascondere più. La vita di Vittorio si complica ulteriormente quando conosce una nuova donna, giovane e appassionata, che lavora fianco a fianco con lui: Marta, la figlia più piccola dei Guarnieri, orfana di madre, dalla quale ha ereditato il modo leggero e sfrontato di sfidare le convenzioni e la passione per la fotografia. Fin dal primo incontro, Marta e Vittorio faranno scintille. I due condividono un sogno fatto di bellezza, modernità e futuro: un sogno destinato a unirli sempre di più. A ostacolare il rapporto fra Vittorio e Marta c’è la famiglia di lei, composta da suo padre Umberto e dalla zia Adelaide, che vogliono destinarla a un matrimonio d’interesse. Anche lo spregiudicato e calcolatore Luca Spinelli ha puntato la giovane Guarnieri per entrare nell’impero della ricca famiglia milanese e riappropriarsi di quello che è stato sottratto a lui e ai suoi genitori durante la seconda guerra mondiale. Ma oltre al triangolo amoroso tra Vittorio, Marta e Andreina, ai propositi di vendetta di Luca e alla lotta di potere dei Guarnieri, il Paradiso delle Signore è il teatro di altre storie – famigliari e non – che s’intrecciano tra di loro. La famiglia Cattaneo è la famiglia media italiana che inizia a godere del benessere degli anni Sessanta. La famiglia Amato è invece venuta dal Sud in cerca di lavoro e di riscatto sociale. Ed infine ci sono le vite delle “Veneri” del Paradiso. Clelia, Tina, Nicoletta, Roberta, Gabriella e tutte le altre giovani commesse del grande magazzino ci restituiranno il sapore della condizione femminile dell’epoca.

NEWS

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

settembre: 2018
L M M G V S D
« ago   ott »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting