TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Il Capitano Maria, anticipazioni e trama, prima puntata, lunedì 7 maggio 2018, Rai1

capitano-maria-vanessa-incontrada

Lunedì 7 maggio 2018, in prima serata su Rai1, andrà in onda la prima puntata (di 4 totali) de Il Capitano Maria, la nuova fiction con Vanessa Incontrada


Maria Guerra è un capitano dei Carabinieri, un militare, ha la responsabilità della guida di un gruppo di uomini. Ma Maria Guerra è anche una madre, una madre sola, che ha perso il marito in circostanze drammatiche ed è costretta a crescere due figli da sola. Riccardo ha 9 anni, la sorella maggiore, Luce, quasi 18, un’età nella quale le tensioni con la madre si acuiscono. Per questo Maria decide di lasciare la grande città e accettare il trasferimento, in provincia: decide di tornare indietro, da dove era partita dieci anni prima, per cercare di andare avanti. E per scoprire, dieci anni dopo, la verità sulla morte del marito. Vanessa Incontrada dà vita ad un personaggio complesso, un investigatore sui generis: sensibile ed energico, paziente ed empatico, ma anche disperato, sempre sull’orlo di un possibile cedimento, eppure statuario nella sua fermezza.

Il capitano Maria è una produzione Palomar, in collaborazione con Rai Fiction, prodotto da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra con Max Gusberti.

Presentazione

Dopo dieci anni, Maria Guerra torna nella sua città, un bellissimo porto del sud Italia, come capitano dei Carabinieri. Non è una scelta di carriera. Questo tipo di incarico, per quanto di responsabilità, di solito viene affidato a colleghi più giovani. A spingerla a lasciare Roma è stata la sua primogenita, Luce, irrequieta e ribelle, finita in un giro di amicizie sbagliate. Maria si è resa conto che sua figlia ha bisogno di lei, del suo tempo e della sua guida. Si trasferisce con la speranza che la vita di un comando di provincia le lasci finalmente il giusto spazio per fare la madre, non solo di Luce, ma anche del suo secondogenito, Riccardo, di nove anni. In realtà, anche se Maria non lo ammette nemmeno con se stessa, c’è un altro motivo che la spinge a tornare: dieci anni prima, in quella stessa città, suo marito, un magistrato del Tribunale dei Minori, ha perso la vita. Un malore, mentre era in macchina con Luce, che ha causato un incidente mortale. Maria non sa perché, ma dentro di sé quella morte non l’ha mai accettata. Nonostante i referti, le perizie, le testimonianze ha sempre sentito che dietro quella fine c’era qualcosa che le sfuggiva. Un dubbio, che nessuno, però, ha mai condiviso con lei. Per gli altri le sue domande erano soltanto l’ossessione di una giovane vedova che non accettava che la sua famiglia andasse in frantumi. Eppure, i propositi di Maria durano lo spazio di un pensiero. Il suo primo giorno di lavoro vede pesare sulla città la minaccia di un brutale attentato: Maria riesce ad evitare che si compia, ma da quel momento capire cosa sia successo, quali siano le vere ragioni che hanno condotto alla morte del marito e quali siano le oscure trame che si dipanano dietro la facciata degli avvenimenti diventano la priorità del capitano. Maria si trova ancora una volta stretta tra i suoi doveri di carabiniere e quelli di madre, due vite troppo ingombranti e impegnative per poter lasciare il giusto spazio l’una all’altra. E invece, mentre indaga sulll’attentato, Maria lentamente rimette insieme i pezzi della sua vita. A poco a poco il quadro si chiarisce: il capitano riesce a portare alla luce la geografia criminale della città, che vede in ascesa un gruppo di giovani ribelli, guidato da una misteriosa ragazza, Annagreca Zara, un’hacker geniale che ha messo il naso negli affari che la potente cosca mafiosa dei Patriarca fa con la Nordik Handling, una società multinazionale che governa i traffici che avvengono nel porto, il più grande hub per container del Mediterraneo. Traffici che sono alla base di tutto, anche del fallito attentato del primo giorno. A prezzo di fatica e di pericoli gravissimi per sé ed i figli, ma anche grazie alla sua fantasia, alla sua umanità, e al suo spirito di solidarietà, Maria diventa un punto di riferimento per la bellissima città che le è stata affidata. Unire la perizia e l’esperienza di un ufficiale dei carabinieri alla sensibilità di una donna fa la differenza. E tutti se ne accorgono, per primi i criminali, impreparati ad affrontare un modo di vivere la missione di carabiniere che è l’antitesi del sistema di potere e violenza in cui credono. Così le indagini e i drammi privati si saldano e le risposte che Maria e sua figlia Luce, presente alla morte del padre, hanno sempre cercato, finalmente arrivano.


Personaggi e interpreti

MARIA GUERRA – Vanessa Incontrada: Maria Guerra è un capitano dei Carabinieri, ha due figli, Luce (17 anni) e Riccardo (9 anni). Suo marito Guido, magistrato del tribunale dei minori è morto in un misterioso incidente stradale. Divi sa tra l’impegno come comandante della Compagnia dei Carabinieri in una città dilaniata da una guerra criminale e il ruolo di madre di due ragazzi problematici, il capitano Maria mette nel suo impegno quotidiano tutta l’energia, la pazienza, l’empatia di una donna sensibile. Questa partecipazione personale, completa, la porta più volte alla disperazione e al rischio di cedere. Ma ne fa un’investigatrice anomala, proprio perché ha un’arma speciale: il senso di umanità, la capacità di comprendere la complessità dei sentimenti delle persone che deve indagare, per portare alla luce una verità che non sia superficiale, ma che incida nel profondo e non solo punisca i colpevoli, ma cambi le cose, guarisca le ferite provocate dal male che è stato fatto. Non è un’eroina, ma una persona normale, che deve affrontare circostanze difficili e speciali.

ENRICO LABRIOLA – Andrea Bosca: Giovane tenente dei Carabinieri, perfezionista, preparato, tutto d’un pezzo, esperto di tecnologia, conduce un’indagine personale nel mondo del deep web e vi trova le tracce di un segreto che sta dietro i misteri della città. I suoi talenti lo rendono complementare a Maria Guerra, cui dapprima rimprovera in cuor suo l’essere anticonvenzionale, ma poi ne invidia l’umanità e la capacità di entrare in un rapporto diretto ed empatico con gli altri. E così sarà lui stesso, imparando da Maria, ad essere “intrappolato” dai sentimenti e portato ad una scoperta di sé imprevedibile.

DARIO VENTURA – Giorgio Pasotti: È molto di più di un professore di educazione fisica per i suoi studenti: una figura paterna e anche un amico, un sostegno in situazioni difficili. Soprattutto per un ragazzo difficile, Filippo Gravina. In gioventù Ventura, prima che lei incontrasse quello che sarebbe poi divenuto suo marito, è stato innamorato di Maria Guerra. Frequentavano la stessa scuola in cui ora Dario insegna. Ritrovandola, torna a sentire l’antica attrazione per lei. Le avventure che vivranno finiranno per riaccendere l’affetto tra di loro.


FILIPPO GRAVINA – Carmine Buschini: Un ragazzo difficile, ombroso, considerato con sospetto dai suoi stessi compagni. In realtà è un anticonformista, innamorato della libertà. Ha avuto problemi di tossicodipendenza che sta superando, anche grazie a Dario Ventura. Si innamora di Luce Guerra, la figlia di Maria, e la porta con sé nel mondo degli hacker e dei ragazzi smarriti e ribelli guidati da Annagreca. Dietro l’apparenza schiva, è un sognatore e un giovane profondamente sensibile e coraggioso. Per questo Luce si innamora di lui.

LUCIA GUERRA detta “Luce” – Beatrice Grannò: Luce ha quasi diciotto anni e un passato problematico. Ha visto morire, quando era bambina, suo padre: un trauma che non ha mai superato e che l’ha messa in conflitto con Maria, sua madre. Riportata nella sua città d’origine da Maria, dapprima si oppone, poi incontra Filippo e lo segue in un viaggio nel mondo degli hacker e dei ragazzi ribelli, che le farà trovare la verità sulla morte di suo padre e la farà diventare adulta.

RICCARDO GUERRA – Martino Lauretta: Riccardo, nove anni, è il figlio minore di Maria. Amatissimo dalla madre, in apparente e continuo conflitto con la sorella, è un bambino carico di responsabilità. Sente che Maria ripone in lui tutte le speranze e si sforza di essere all’altezza. È bravo a scuola, non dà mai problemi, è affettuoso e sensibile con tutti. Il contrario di Luce. Ma quel ruolo gli pesa. A scuola incontra un nuovo amico, Yuri, un ragazzino di origine russa che sembra il suo opposto. Riccardo è affascinato da Yuri e dal suo mondo, che va ben oltre i confini della casa e della scuola e che porterà entrambi a vivere una magica avventura, spingendoli dalle viscere della terra ai misteri dei container del porto.


ANNAGRECA ZARA – Camilla Diana: Giovane e misteriosa, è un naturale talento matematico. Orfana, è insieme al fratello Vitaliano al centro di un gruppo segreto di giovani hacker. Nel deep web ha scoperto un segreto pericoloso, che ha gettato luce sulla morte dei suoi genitori e sui traffici tra i mafiosi Patriarca e una potente multinazionale, la Nordik Handling, che controlla i traffici del grande porto della città. Usando quella scoperta, Annagreca fa la guerra al potere economico criminale che ha distrutto la sua famiglia. È intelligentissima, affascinante, priva di scrupoli. Il desiderio di vendetta la spingerà fino ai confini della morte. Forse un amore imprevisto, in extremis, la salverà.

TANCREDI PATRIARCA – Francesco Colella: Figlio del boss Vito Patriarca, Tancredi è divenuto un brillante chirurgo. Ha cercato in ogni modo di separare la sua vita da quella della sua famiglia mafiosa e soprattutto dall’ombra paterna. Odia il suo cognome, ma per uscirne ha dovuto pagare un prezzo. Ha contratto un debito con il misterioso “Svedese” che rappresenta la multinazionale alleata di suo padre. E il giorno in cui suo padre, Vito Patriarca, muore, lo “Svedese” gli chiede il conto, distruggendo la vita che Tancredi credeva di aver costruito.

Lo “SVEDESE” – Michele Oliveri: Un personaggio senza nome, come gli interessi della multinazionale che rappresenta. Non ha identità, né una vera e propria nazionalità, nonostante il nickname, ma è la mente che governa da anni la città che è stata affidata al capitano Maria Guerra. E lo fa servendosi della cosca Patriarca come di uno strumento e avendo di mira un solo scopo: il profitto.

Lo zio VITTORIO – Gino Nardella: È lo zio di Maria Guerra. È rimasto ad aspettare il ritorno di Maria e dei suoi figli, custodendo la casa di famiglia, affacciata su un meraviglioso porticciolo. Ex poliziotto, ha una scherzosa rivalità professionale con la nipote carabiniere, ma ne è il confidente e il maggior sostegno. Si occupa come una figura paterna dei figli di Maria, li asseconda e li guida con affetto. Cerca di proteggerli dall’oscuro passato che ha condotto alla morte di Guido, il marito di Maria. Ma sente che per essere libera Maria, prima o poi, dovrà sciogliere quel nodo. E lui è pronto ad aiutarla. Nessuno conosce meglio di lui il cuore di quella città bellissima e in pericolo.


Il Capitano Maria | Anticipazioni e Trama | Prima Puntata | Lunedì 7 maggio 2018

Dieci anni dopo essere andata via, Maria Guerra, capitano dei Carabinieri, torna nella sua città, un bellissimo porto del sud Italia. Non lo fa per la carriera: a spingerla a lasciare Roma è stata la sua primogenita, Luce, di quasi 18 anni, irrequieta e ribelle, finita in un giro di amicizie sbagliate. Maria spera che la vita di un comando di provincia le lasci finalmente il giusto spazio per fare la madre, non solo di Luce, ma anche del figlio più piccolo, Riccardo, 9 anni. Ma c’è un altro motivo per tornare. Dieci anni prima in quella città suo marito, un magistrato del Tribunale dei Minori, ha perso la vita. Maria non sa perché, ma dentro di sé quella morte non l’ha mai accettata. Non pensa che sia stato un incidente, ma che la morte del marito nasconda qualcosa. I propositi di una vita più tranquilla, però, durano lo spazio di un pensiero. Il primo giorno di lavoro del capitano Guerra vede pesare sulla città la minaccia di un brutale attentato, che mette in pericolo i suoi stessi figli.

ANTICIPAZIONI DELLA PROSSIMA PUNTATA >>

NEWS

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

maggio: 2018
L M M G V S D
« apr   giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting