TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Striscia la Notizia: dopo Peppa Pig arriva Masha e Orso. Vi spieghiamo perché…

masha-e-orso-striscia-valeria-graci

Dopo aver vestito i panni di Peppia Pig (parodia del cartone animato Peppa Pig), Valeria Graci – inviata di Striscia la notizia – si è trasformata in Mancia e Orso (parodia della serie animata russa Masha e Orso). 


Molti potrebbero giudicare come “infantili” tali siparietti e in tanti faranno fatica a capire il perché della loro presenza all’interno di un tg satirico, un prodotto per un pubblico adulto.

Intanto cominciamo col dire che il passaggio da Peppa Pig a Masha e Orso era necessario: da tempo ormai, nel cuore dei più piccini, il cartone animato russo ha preso il posto di quello inglese. La bambina e il suo animale (poco) domestico sono oggi la vera ossessione dei più piccini.

Resta però da capire il motivo della presenza di questi personaggi all’interno di una produzione che non è esplicitamente orientata ai bimbi. Per comprendere questo bisogna ricordare il target di riferimento dei programmi di Mediaset e di Canale 5 in particolare. L’ammiraglia di Cologno Monzese punta al target commerciale, quello che ha tra i 15 e i 64 anni, e all’interno di questo risulta particolarmente appetibile il pubblico più giovane. Antonio Ricci, grande maestro del mezzo televisivo, sceglie dunque di trasformare la sua creatura – che sulla carta potrebbe sembrare destinata ad un pubblico adulto – in un prodotto che abbia un forte appeal sulle giovani famiglie. E lo sappiamo… nella fascia oraria della cena o del primo dopo cena – quando le famiglie sono riunite – i veri padroni del telecomando sono i bambini!

Nasce dunque l’esigenza di richiami per i più piccoli anche all’interno di un tg satirico. Bisogna avere ben presente questo meccanismo per capire la presenza di certi personaggi all’interno di Striscia. Il richiamo per i bambini non si ferma alle sole Peppia Pig o Mancia e Orso; seguono la stessa logica anche la presenza di certi personaggi che assumono le sembianze di ironici supereroi (Capitan Ventosa, Eugenio il Genio…) o di veri e propri cartoni animati in diretta come le animazioni dello struzzo che deruba o fa i dispetti al povero Iacchetti [Diversa, invece, la logica che spiega la presenza dei cagnolini: i cuccioli richiamano l’attenzione e di una vasta parte della platea televisiva].


Questa “strategia” di richiamare l’attenzione delle giovani famiglie, risulta esplicita anche in Paperissima Sprint. Le gag che introducono le papere possono spesso risultare semplici e al limite del banale ma sembrano richiamare elementi della slapstick comedy (gag elementari che sfruttano il linguaggio del corpo). Una comicità basilare, dunque, capace di attrarre anche i più piccoli.

All’interno di Striscia, quindi, si mescolano più livelli di lettura: una comicità basica accompagna la denuncia sociale e la bonaria satira politica. Con questo mix Antonio Ricci riesce a centrare l’obiettivo di ascolto a cui punta Mediaset. Mentre sugli ascolti totali Striscia combatte un testa a testa con Affari Tuoi (che spesso prevale sul numero di spettatori), la battaglia sul target commerciale – quello più attrattivo per gli investitori pubblicitari – viene stravinta dal tg di Antonio Ricci che batte ogni sera di quasi 10 punti percentuali di share il suo diretto competitor di Rai1.

masha-e-orso

NEWS

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

gennaio: 2016
L M M G V S D
« dic   feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting