TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Tut – Il destino di un faraone, su Deejay Tv (canale 9) da stasera

tut-deejay-tv

Anche Deejay Tv (canale 9) del gruppo Discovery – nella sua mission di reinventarsi come canale generalista – propone il genere fiction in prima serata, e lo fa con Tut – Il destino di un faraone. La saga televisiva su uno dei più straordinari protagonisti della storia umana, il giovane faraone Tutankhamon: dall’ascesa al potere alla sua lotta per portare l’Egitto alla massima gloria, fronteggiando eserciti nemici e coloro che, nella sua cerchia più stretta, hanno complottato contro di lui.  



La miniserie storica è stata trasmessa originariamente dalla rete via cavo statunitense Spyke. Le tre puntate, andate in onda a luglio 2015 negli Stati Uniti, hanno raggiunto un ascolto medio pari a 1,61 milioni di spettatori.

Deejay proporrà le prima puntata giovedì 5 novembre 2015, la seconda venerdì 6 novembre e la terza venerdì 13 novembre, sempre in prima serata (ore 21.15).

ANTICIPAZIONI

Sir Ben Kingsley interpreta il Gran Visir AY, primo ministro dell’impero egiziano, di fatto colui che durante i primi anni di reggenza del faraone TUT, interpretato dall’attore canadese Avan Jogia, prendeva tutte le decisioni. Tutankhamon eredita la più grande potenza al mondo, ma anche un regno dilaniato da feroci contrasti interni. Oltre ad AY, la sorella Ankhesenamun (Sibylla Deen), costretta a diventare sua moglie per mantenere il sangue reale, incapace di dare un erede al marito e per questo a rischio di essere ripudiata, il sacerdote Amun (Alexander Siddig), leader di un culto politeistico che disprezza TUT, fino al generale Horemheb (Nonso Anozie), le cui mire espansionistiche lo portano alla continua ricerca di terre e popoli da conquistare.  Gli unici che sembrano essere saldi al fianco di TUT sono Lagus (Iddo Goldberg), soldato valoroso del suo esercito e amico fidato, e Suhad (Kylie Bunbury), metà di stirpe Mitanna e metà Egiziana, che salva la vita al faraone ferito in battaglia, conquistandolo per sempre con la sua bellezza e la forza delle sue idee. Un eroico e fulmineo percorso porterà TUT a trasformarsi da figura insignificante in balia di cattivi consiglieri al grande sovrano che innalza la sua gente oltre le tirannie di popoli nemici e sacerdoti interessati, entrando nella leggenda.



IL CAST

BEN KINGSLEY, Ay – L’attore inglese Ben Kingsley ha conquistato un Premio Oscar, 2 Golden Globe, 2 BAFTA per la sua interpretazione del Mahatma in Gandhi. Tre successive nomination agli Oscar per Bugsy, Sexy Beast e La casa di sabbia e nebbia. Tra gli altri ruoli importanti, le partecipazioni a Shindler’s List, Shutter Island, Hugo Cabret,Iron Man 3. Tra i prossimi lavori in uscita Autobahn, Learning to Drive, The Walk e Selfless.

AVAN JOGIA, Tut – Presto al fianco di James Franco in I am Michael, Avan ha recentemente recitato in Ten Thousand Saints con Ethan Hawk, entrambi presentati al Sundance Festival 2015. Tra i lavori più recenti anche Shangri-La Suite eThe Outskirts. Nel 2013 ha fatto parte del cast di Twisted, sulla ABC, e precedentemente ha partecipato alla serie Victorious su Nickelodeon. Una vera star sui social, Avan vanta complessivamente 4,8 milioni di follower.

NONSO ANOZIE, Generale Horemheb – Acclamato attore inglese di cinema, tv e teatro, Nonso ha recitato in Dracula per la NBC, nella serie HBOGames of Thrones, nella Bibbia di History Channel, nella serie CBS Zoo. Lo abbiamo visto di recente al cinema anche in Cinderella e presto lo vedremo in Pan, a fianco di Hugh Jackman.

ALEXANDER SIDDIG, sacerdote Amun – Nato in Sudan, Siddig è cresciuto in Inghilterra. In tv è apparso in Games of Thrones, 24, Hannibal, Atlantis, Da Vinci’s Demons.



TUT – TRA STORIA E LEGGENDA

Tutankhamon, noto come Re Tut, ha vissuto durante la 18° dinastia egiziana, il Nuovo Regno, nel 14° secolo prima di Cristo. Molto della sua vita, e della sua morte, è avvolto dal mistero e dalla leggenda. Suo padre era il faraone Akhenaten e sua madre era uno dei suoi parenti più stretti. Salito al trono intorno a 9 anni, sposò la sorellastra Ankhesenamun. I due non ebbero mai una discendenza. Come giovane faraone Tut regnò influenzato da potenti consiglieri, tra cui il visir Ay, prozio che gli succedette al trono. Molto del suo governo fu dedicato a riparare agli errori del padre, soprattutto sul fronte delle riforme religiose. Tut morì alla fine dell’adolescenza, intorno ai 19 anni, per cause sconosciute. Grazie al suo ricco corredo mortuario, uno dei migliori mai conservati, Tut è oggi uno dei faraoni più famosi e noti tra gli studiosi e gli appassionati. I manufatti artistici che fanno riferimento a lui rivelano un’eleganza e una raffinatezza rare. Copie della sua celebre maschera funeraria esistono ovunque, mentre la sua mummia è conservata nel sito originario nella Valle dei Re, in Egitto.

NEWS

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

novembre: 2015
L M M G V S D
« ott   dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting