TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Meglio Uomini e Donne dei talk show politici…

Uno strano vizio si aggira per l’Italia, quello di valutare la televisione secondo un parametro di giudizio che non appartiene alla tv stessa. Stiamo parlando di quella strana abitudine per cui le “menti illuminate” si sentono in dovere di giudicare i programmi televisivi secondo il (proprio) giudizio morale. 

E così ci spiegano quello che alcune trasmissione sono “superiori moralmente” rispetto ad altre. Tra le trasmissioni “alte”, le vestali del politicamente corretto ci suggeriscono i talk show politici (ovviamente non tutti, Quinta Colonna viene – ad esempio – considerata la pecora nera del gruppo). Tra i programmi “bassi”, vengono citati i vari contenitori pomeridiani ma soprattutto quello che da più di un decennio sembra essere considerato il male assoluto della televisione italiana: Uomini e Donne.

Ma siamo davvero sicuri che la trasmissione quotidiana di Maria De Filippi sia molto diversa dai tanto osannati talk show?

Se prendiamo in considerazione I nuovi mostri, rubrica meta-televisiva di Striscia la notizia (la rubrica sulla televisione più seguita nella televisione italiana), possiamo vedere come tra i momenti più curiosi, divertenti e trash della settimana televisiva compaiano sia le sfuriate di Tina Cipollari sia le risse di politici e opinionisti nei talk show.

Evitando elucubrazioni filosofiche sulla passione politica, credete davvero che i siparietti di Tina siano peggiori degli insulti che volano nei salotti politici televisivi?

A Uomini e Donne, se non altro, non ci si prende troppo sul serio… Questa caratteristica sarebbe necessaria anche nelle trasmissioni “impegnate”.

Vediamo già i moralizzatori del teleschermo che ci ammoniscono: il gioco dei troni della De Filippi è diseducativo! Ma noi ribattiamo: una telerissa è forse più educativa se si parla di politica?

La De Filippi, fieramente lontana da ogni missione morale e moralistica, non ha la pretesa di insegnare nulla al suo pubblico. Il suo obiettivo è quello di intrattenere. L’aggravante per i talk show è proprio quello di avere la supponenza di essere il faro illuminato e illuminante della società. Ma sfidiamo chiunque ad affermare che nei talk show si impari qualcosa… Sul 100% delle parole dette nei salotti televisivi forse solo l’1% costituisce un bagaglio di informazioni utili per lo spettatore.

Nell’epoca dell’indigestione dal talk show, inoltre, i conduttori non riescono a tenere il timone del dibattito. Cosa che invece riesce sempre alla signora di poche parole che alle tre del pomeriggio vediamo seduta sulle scale del suo studio.

E proprio questa signora ha dato la più incisiva spiegazione sulla crisi dei talk show… In un’intervista a Repubblica, alla domanda sul perché il talk show politico sia in crisi, ha così risposto:

Perché manca la star: Renzi non è come Berlusconi. Silvio nasce prima, è la televisione che va in tv, e la sa fare. È capace di fare il talk, pulisce la sedia dove si è seduto Travaglio, conosce i tempo morti. Renzi no.

Per concludere il post potremmo citare Carlo Freccero che, in varie occasioni, ha sottolineato come per capire la pancia della società italiana siano più utili Uomini e Donne e ancor di più C’è posta per te rispetto a mille dibattiti politici.

Nessun commento ancora

Rispondi

NEWS

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

novembre: 2014
L M M G V S D
« ott   dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting