TuttoTv.info | tutte le info sulla tv

Dr. House, l’ottava serie su Canale 5 da stasera (24 aprile 2012)

Da stasera Canale 5 propone, in prima tv assoluta per l’Italia, l’ottava e ultima stagione di Dr. House-Medical Division, la storia dello stravagante e geniale Gregory House, il medico interpretato da Hugh Laurie

Negli Stati Uniti, la serie è cominciata il 3 ottobre 2011 e terminerà il 21 maggio 2012. Ieri, 23 aprile, è andato in onda il diciottesimo episodio.

EPISODI DI DR. HOUSE-MEDICAL DIVISION IN ONDA QUESTA SERA, 24 APRILE 2012

Venti Vicodin per la vita (8×01)

Una commissione carceraria per la libertà vigilata interroga House, agli arresti da otto mesi, dopo tre di latitanza: alle risposte sarcastiche di House la commissione gli concede cinque giorni per poter avere la libertà sulla parola, sempre che non si metta nei guai. Il primo giorno, il lunedì, vengono distribuite le medicine ai detenuti: House si accerta che il suo compagno di cella, assassino con crisi psicotiche, prenda i suoi farmaci. Anche ad House viene consegnato il Vicodin, ma riesce a nascondere tra i denti alcune capsule, che consegna a Mendelson, boss del carcere, provocandolo.

Al ritorno in cella, House viene fermato da un giovane detenuto che manifesta strani dolori ai gomiti. In carcere House si occupa delle pulizie: ha quindi accesso all’ambulatorio medico, dove lavorano il dottor Skyes e la dottoressa Adams che sta visitando il ragazzo con dolore ai gomiti. House fa colpo sulla dottoressa, smontando rapidamente la sua diagnosi di gonorrea e ipotizzando che si tratti invece di lupus eritematoso sistemico. Al martedì House visita il malato e viene minacciato da Mendelson e i suoi sgherri: prima di venerdì, giorno fissato per la sua uscita, House deve consegnargli 20 pillole di Vicodin. House prende così contatto con Porter, un detenuto nero che gestisce piccoli traffici interni al carcere, e si affida a lui per trovare le 20 pillole.


Nel frattempo il detenuto con il possibile lupus si rompe il braccio solo appoggiandolo a muro. Il mercoledì, House è in crisi d’astinenza ma resiste alla tentazione di prendere una pillola. Incalza la dottoressa Adams per poter avere accesso alla cartella clinica del paziente ed, al suo rifiuto, ascolta il respiro del ragazzo senza stetoscopio, riscontrando un’ombra acustica. La dottoressa, esterrefatta, propone un test di coagulazione che si rivela immediatamente positivo. Affascinata da House, la Adams indaga su di lui, ma riceve solo risposte sfuggenti. Il giovedì, House torna alla carica per potere consultare la cartella clinica: la dottoressa questa volta cede ma il dottor Skyes assiste alla scena e la mette in guardia sull’illegalità del suo gesto e sulle possibili conseguenze.

Il malato intanto rifiuta le cure di House, che aveva ipotizzato un avvelenamento da tossine, presenti nella lavanderia dove il ragazzo lavora: quando ritorna all’ambulatorio, la Adams (nel frattempo venuta a conoscenza di come House è finito in prigione) gli nega qualsiasi altro contatto con il caso. Tornato in cella viene aggredito dagli uomini di Mendelson, il quale gli ricorda la scadenza del suo debito. House scatena così un principio d’incendio; si reca dalla Adams e, nel parapiglia che segue all’allarme, riesce a sottrarre una manciata di pillole di Vicodin. Tornato in cella, House assiste ad uno shock anafilattico del ragazzo e gli pratica una tracheotomia con una penna. Durante la notte si accentuano i dolori e la crisi d’astinenza di Vicodin: House ingerisce alcune delle pillole che aveva messo da parte per Mendelsohn.

Il venerdì, la mattina dell’ultimo giorno House getta le pillole rimaste nel water e chiede di essere messo sotto protezione, ma vedendo che la bevanda di un secondino non emette vapore caldo capisce che la malattia del ragazzo non è il lupus ma mastocitosi. Va in ambulatorio per confermare la sua diagnosi ma si scontra contro il dottor Skyes: non può quindi dare un’aspirina al malato per la minaccia del dottore di revocargli la libertà. House esce così dal laboratorio e la Adams lo segue e gli consegna del Vicodin. House va allora da Mendelsohn per porre fine al suo debito ma non resiste alla tentazione di provocarlo: butta in aria le 20 pasticche del Vicodin scatenando una rissa e viene salvato solo dall’intervento del suo compagno di cella.Portato in ambulatorio, si rinchiude nella stanza con il malato, mentre la Adams lo aiuta. Quando Skyes e gli agenti di guardia irrompono è lei che fa ingerire l’aspirina al ragazzo. Viene così licenziata in tronco e House viene trasferito in isolamento: nel vassoio del pranzo, un biglietto della dottoressa Adams gli conferma il risultato positivo della sua diagnosi. Diagnosi finale: mastocitosi.

Il trapianto (8×02)

House è in isolamento quando riceve la visita del primario del suo vecchio ospedale. Si aspetta la Cuddy, ma trova invece Foreman, che è disposto a farlo uscire in libertà condizionata se riuscirà a risolvere un caso nelle successive 12 ore: deve capire il problema dei polmoni (momentaneamente in animazione sospesa) estratti da un giovane morto in un incidente, affinché possano essere trapiantati.


Condotto al Princeton, House scopre che la Cuddy si è dimessa il giorno dopo l’incidente, che il suo team non lavora più all’ospedale e che il suo ufficio è stato dato a medici di ortopedia. Gli viene affidato come assistente la giovane Chi, che se n’è andata da neurologia quando il suo superiore ha provato a molestarla. Diagnosi finale: polmonite eosinofila acuta.

(fonte Wikipedia)

Nessun commento ancora

Rispondi

NEWS

ANTICIPAZIONI E TRAME

email: info@tuttotv.info

SOCIAL

TuttoTv.info Canale 5 Fanpage Una Vita Bitter Sweet

BLOG SEGNALATO DA:

Categorie

ARCHIVIO

aprile: 2012
L M M G V S D
« mar   mag »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Favicon Plugin made by Cheap Web Hosting